•  
  •  

Vorrei essere limite che stimola, non che inibisce.
Vorrei essere vertigine, ma senza paura di cadere.

Vorrei essere tempo, e te ne regalerei a dismisura.
Vorrei essere baricentro, punto fisso a cui tornare.

Vorrei essere dolce dipendenza,
risposta a ogni domanda,
difetto che insegna ad amare.

Vorrei essere per te
quello che tu sei già
per me.

Di Eugenia Raffaele

Non so chi sono, ma mi cerco continuamente, anche nella scrittura. Leggo molto, perché i libri “rivelano i pori sulla faccia della vita”. Scientifica e razionale di formazione, sognatrice e illogica per sbaglio. La mia vita è un connubio di opposti, che cercano di assestarsi in un ossimoro perfetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.