Basta

ferma la sabbia

arresta la lancetta

lacera tutto

finchè non rimarrà nulla

di questo mondo sordo

ai pianti dei supplici

di questa realtà crudele

che non conosce sosta.

Non valse mai la pena

vagare nella palude

morta sotto i nostri piedi

incatramata dal dolore

di mille futili lacrime

giacché i passi erano sterili

soffocati dal fango

privati di profondità

come di significato.

Erranti senza guida siamo

guidati da una luce

mai esistita

in un universo

che non è a misura umana

perché esso non conosce misura

infinito nella sua noncuranza

di un globo sperduto

granulo di infinita spiaggia

bagnata da un mare stellato.

 

 

 

 

 

Domenico Colica

Nato e cresciuto a Vibo Valentia, ho 24 anni e studio Storia e Filosofia all'Università della Calabria, dopo aver frequentato il liceo classico M. Morelli. Non c'è molto da dire sulla mia vita, ma spero che questo cambi presto!

Leave a comment

  • ©2016 Manifest. Tutti i diritti sono riservati agli autori delle singole opere.
  • Il blog è stato realizzato da Siti Web Torino.