Luna di mezzanotte

In quella luna di mezzanotte ci sei tu.

I miei occhi e il mio pensiero anelano a te.

 

Provo a sfiorarti ma ti dissolvi come un sogno

troppo bello e troppo, tremendamente

breve per essere vero.

 

Ho provato a lasciarti andare

ma non ci sono riuscito.

 

Ti ho dipinto di nero

per farti sparire nel buio…

ma il mio cuore ti trova sempre.

 

Dalla cima di una roccia guardo il cielo,

tra le stelle cerco ancora il tuo sorriso,

Luce, che corrompe l’oscuro velo.

 

Non posso starti lontano:

sei la parte di me che ho sempre cercato.

 

Respingimi e tornerò.

Guardami, e all’infinito,

ancora,

m’illuderò…

…di te.

 

Di te che mi confondi:

Di te che mi rifiuti.

Di te che forse adesso ti rifugi

nelle fallaci braccia d’altri.

 

Di te che vai via.

Sì, penso ancora a te.

Luna di mezzanotte.

Alessandro Filardo

Ogni libro narra una storia. Ogni storia ci apre un mondo; racconta un'idea. Sia data all'umanità la possibilità di raccontarsi liberamente ed ella esprimerà i valori più elevati del suo universo interiore. Adoro perdermi in questi pensieri per scorgerne la bellezza imparando a viverla quotidianamente.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.