La notte della vita

Ci sono attimi della vita in cui hai bisogno di fermare tutto.
I pensieri si sovraffollano vorticosamente nel cervello, in un groviglio che ti stritola e toglie il fiato.

Accade che hai così paura di perdere tutto da decidere improvvisamente di allontanarti dalle persone care e da ciò che ami; si nega a sé stessi qualsiasi tipi di gioia, felicità, gratitudine, amore; si rinnega e si spegne ogni sentimento per paura di essere troppo fragile, di frantumarti in un’esplosione che nessuno noterebbe davvero.

Smetti di vivere e inizi a sopravvivere per inerzia.
Mandato avanti da una forza non tua, da quella che è semplice routine. I giorni tutti uguali, il silenzio di chi non vuole più avere un’anima ed un cervello, gli occhi vuoti di tutto e gli istanti fatti di niente, il tempo che scivola addosso.

È la notte della vita.
Si aspetta, con lo sguardo perso nel buio, forse con un velo di speranza che temi di mostrare.
Si aspetta che si faccia di nuovo giorno.

Giuly Moon Vismara

La Luna è la migliore compagnia dei poeti senza sonno ed io, Moon, lascio la mia impronta abbracciando la notte e dipingendola di parole.

Leave a comment

  • ©2016 Manifest. Tutti i diritti sono riservati agli autori delle singole opere.
  • Il blog è stato realizzato da Siti Web Torino.