Un barlume di verità

che llitiga con la necessità…

Quante bugie ci siamo detti,

soprattutto di fronte a noi stessi.

I nostri no sono spesso degli aggettivi,

punti grevi e definitivi.

Il cielo è una placca

che si stacca

crocefiggente ogni uomo

in assenza di un duomo.

E mentre l’amore e la bellezza

potrebbero ergerci ad nuova altezza,

ci perdiamo in un mare di elucubrazioni

chiamandole emozioni.

Davide De Grazia

Il poeta non è altro che un canale, un medium per l'infinito, che si annulla per fare posto a forze che gli sono immensamente superiori e, per certi versi, persino estranee. D'altra parte chi sono io di fronte al tutto, ma al contempo, cosa sarebbe il tutto senza di me?

Leave a comment

  • ©2016 Manifest. Tutti i diritti sono riservati agli autori delle singole opere.
  • Il blog è stato realizzato da Siti Web Torino.