L’anno che verrà

Ma quali buoni propositi e liste di cose da fare?
Ogni anno ci riproponiamo di cambiare ma dopo una settimana siamo già tornati uguali.
In fondo è inutile riempirsi la testa di programmi se poi basta un soffio di vento improvviso per cambiare tutto.

Siamo esseri strani: cerchiamo di schematizzare la vita in una routine ripetitiva e mortale ma non capiamo che Lei, la Vita, si opporrà presto e vi butterà un sassolino in mezzo al vostro lago di tranquillità.
In quel momento sarà un enorme caos, vi sentirete uno tsunami dentro.
Basterà un incontro, un saluto, uno sguardo che vi cattura, un episodio buffo, un sogno, un sorriso, due occhi che brillano in mezzo alla vostra spenta routine, una mano che vi rialza senza pretese o volendo qualcosa in cambio.

Basta una crepa, un ramoscello.
Sono le cose piccole ed inaspettate a cambiare tutto.

L’unica promessa da farsi è quella di non temere di buttare via ciò che oramai è definitivamente rotto e porre fiducia nelle cose belle e nuove che entrano seppur timidamente nella nostra vita.

Giuly Moon Vismara

La Luna è la migliore compagnia dei poeti senza sonno ed io, Moon, lascio la mia impronta abbracciando la notte e dipingendola di parole.

Leave a comment

  • ©2016 Manifest. Tutti i diritti sono riservati agli autori delle singole opere.
  • Il blog è stato realizzato da Siti Web Torino.