Apologia di Frollo

Chiudo gli occhi e, nel buio delle mie palpebre, tutto si fa a colori, tutto si fa immagine.

Una maestosa cattedrale s’eleva, in altezza, superba, caparbia, quasi volesse innalzarsi al livello di Dio, quasi volesse carezzargli i piedi, quasi volesse testardamente demarcare quell’impalpabile confine tra terra e cielo, quella trasparente, ma spessa fune, lì, a legare esseri umani e potenze superiori. Read more


Non sprecare le parole. Mai

Penso sempre all’importanza delle parole. Oggi abbiamo la possibilità di usarle liberamente, e questo comporta privilegi, ma anche rischi.
Siamo liberi di dire tutto.. ma anche il contrario di tutto.
Non amo molto lo spreco di parole, forse perchè in anni passati c’è chi con me ha sprecato parole, che fossero di amore o amicizia. Le parole danno un senso di potenza, di rassicurazione, di fiducia, e vanno maneggiate ben bene.
Con esse dobbiamo comportarci come giardinieri premurosi, e mai come novelli Frankenstein. Lo spreco e il cattivo uso possono segnare. Ferire. Bruciare. Read more


Perdersi.

Sono annegata negli infiniti mari e oceani della della mia mente,

sono riemersa e tu eri ancora qui ad aspettarmi.

Sono partita all’avventura e allo sbaraglio,

sprofondando tra i dirupi e precipizi che mi si aprivano sotto ai piedi

dopo ogni piccolo, titubante e fragile passo.

Ho sollevato lo sguardo, tu eri ancora su ad aspettarmi. Read more




  • ©2016 Manifest. Tutti i diritti sono riservati agli autori delle singole opere.
  • Il blog è stato realizzato da Siti Web Torino.