•  
  •  

Sono annegata negli infiniti mari e oceani della della mia mente,

sono riemersa e tu eri ancora qui ad aspettarmi.

Sono partita all’avventura e allo sbaraglio,

sprofondando tra i dirupi e precipizi che mi si aprivano sotto ai piedi

dopo ogni piccolo, titubante e fragile passo.

Ho sollevato lo sguardo, tu eri ancora su ad aspettarmi.

Ho impregnato le mie mani di terra,fango, odio e dolore nel cercare di risalire. Tu me le hai afferrate dolcemente,

detergendole e idratandole con salviette intrise di forza, tenacia e coraggio.

Io vagavo bendata e ti raccontavo dell’oscurità del baratro, tu invece, gli infiniti colori della vita.

Mi hai lasciata libera…

… Libera di camminare

Libera di correre,

libera di buttarmi a terra sfinita,

libera di rialzarmi,

di cadere e poi rialzarmi,

ancora una volta.

Libera di vivere e poi morire, giorno dopo giorno, periodicamente e ripetutamente.

LA VITA E L’AMORE SONO LIBERE SCELTE, NON IMPOSIZIONI.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.