The OA . Punta di diamante di Netflix .

Clio

Preferisco leggere o vedere un film piuttosto che vivere... nella vita non c'è una trama. Groucho Marx

Potrebbero interessarti anche...

5 Risposte

  1. Francesca Pozzato ha detto:

    Ottima recensione, complimenti!

  2. Federico ha detto:

    Secondo voi sarà una seconda stagione?

  3. Ciro ha detto:

    […]il ragazzino racconta “questa” incredibile e fantastica storia[…]
    dal Treccani:
    quésto agg. e pron. dimostr. [lat. eccu(m) ĭste, accus. eccu(m) ĭstum]. – Indica cosa o persona vicina nello spazio o nel tempo a chi parla, o considerata comunque come tale nel discorso (contrapp. a quello); più generalmente allude a cosa o persona presente, attuale nel momento in cui si fa o avviene ciò di cui si parla nella proposizione. Come agg., precede sempre il nome e ha flessione regolare; come pron., al masch. sing. possiede, oltre la forma regolare questo, anche la forma, propria dell’uso letter. e di uno stile controllato, questi (v.).
    In altre “questo” qualcosa di oggettivo ch’è di fronte o tra le mani del narratore: questa scatola, questo film, questo bambino, diversamente è un grosso e/orrore lessicale.
    La forma giusta in questo caso è: […]il ragazzino racconta un’incredibile e fantastica storia[…]
    Le parole sono importanti, la forma ancor di più, perchè determinano i contenuti.

  4. simone ha detto:

    fa schifo finale totalmente senza senso e io sono un patito di netflix

  5. CGr ha detto:

    Se sia la serie di punta di Netflix ho qualche dubbio; comunque la recensione è veramente bella. Sono d’accordo sul finale deludente. Sembra sia prevista una seconda stagione che si chiamerà “The OA – Part II” (cfr. wikipedia)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.