The Book Tag!

[font id=”pacifico”]Premessina-ina: cos’è un[/font][font id=”big”]TAG[/font][font id=”pacifico”]?[/font] TAG, nel lessico networkiano, è inteso con differenti accezioni: può essere definito come una “categoria“, “etichetta“; i TAG possono servire per evidenziare le caratteristiche di un testo o, come nel nostro caso, a proporre una serie di domande alle quali rispondere, che verranno, in seguito, riproposte ad altre persone (a cui vogliamo rilanciare lo stesso TAG :D ).

Una volta capito il meccanismo il gioco diventa estremamente facile e divertente! Oggi vi propongo quello che viene definito come THE BOOK TAG! Risponderemo a diverse domande che riguardano i libri e, quindi, la letteratura! Taggo tutti voi che state leggendo, scrivete le vostre risposte in un commento oppure pubblicate un bel post taggando chi vi pare :D !
Iniziamo..

 

[font id=”pacifico”]- Il primo libro di una Serie[/font]

Già inizio barando :p! Il primo libro che vi presento è Il Signore degli Anelli di J.R.R.Tolkien, questa mia edizione è composta da tutti e tre i libri, ma io voglio indicarvi nello specifico quello che apre la narrazione: La compagnia dell’anello. Questo è un cult che non ha bisogno di presentazioni. Il primo libro è già stracolmo di avventura, ritroviamo le tematiche della sicurezza del proprio nido, la bellezza della terra in cui si vive, che è minacciata, però, da un male oscuro. E qui abbiamo il salto di qualità, l’avventura che spezza la monotonia e l’abitudine, il viaggio come metafora di rinascita! Ognuno dovrebbe averne una copia. IMG_7466

 

[font id=”pacifico”]- Il secondo libro di una serie diversa[/font]

Il secondo libro che vi propongo è uno di quelli imprescindibili per la mia generazione (90s). Parlo della saga di Harry Potter di J.K. Rowling. La camera dei segreti è uno dei miei libri preferiti di tutto il corpus pubblicato dall’autrice; ha spiccate sfumature noir e creepy che riescono a mandarmi fuori di stessa facendomi apprezzare il genio creativo della Rowling a 360°. IMG_7498

 

[font id=”pacifico”]- Un libro con la copertina blu[/font]

Questa è di sicuro la scoperta migliore fatta nel 2016. l’Età sottile di Francesco Dimitri (un giovane autore di fantasy, italiano) ha letteralmente lasciato un segno dentro me. Non solo perché naviga entro temi quali: magia, esoterismo e pratiche “oscure”, bensì perché cela, dietro ogni singola parola, la bandiera di una cultura parcheggiata (quella italiana) che è riuscita a darmi spunti di riflessione entusiasmanti per il mio progetto di tesi e soprattutto per i miei ambiti accademici (Sociologia e Antropologia). Questa è un’opera (come le altre di Dimitri) che distrugge barriere inevitabilmente presenti all’interno di una cultura plagiata dal Puritanesimo e dal Cattolicesimo più becero.IMG_7503

 

[font id=”pacifico”]- Un libro il cui titolo è formato da sei lettere[/font]

CECITA’, di José Saramago è uno di quei libri che ti prendono a pugni ad ogni pagina sfogliata, quanto più vai avanti tanto più t’accorgi che il paradosso, limpossibile trascritto su quei fogli non è tanto lontano dalla realtà. E’ un’opera che fa riflettere, che ti pone nella condizione di scegliere, di ipotizzare quali sarebbero state le nostre azioni se avessimo vissuto una situazione intollerabile e difficilmente concepibile dalla ratio umana. Vi scoprireste in tutto simili alle bestie.IMG_7507

 

[font id=”pacifico”]- Un libro che non hai mai letto[/font]

Ammetto di non leggere molto i classiconi. Non so dire il motivo, solo che, ho iniziato a farlo tardi… Cime Tempestose della Bronte è un libro che ho acquistato da poco, proprio per questa ragione non l’ho ancora letto (vi assicuro che ne ho altri addormentati da anni sugli scaffali e che non ho mai avuto il coraggio di aprire, e non ho nemmeno la forza di mostrarvi :p). Conto di farlo comunque nel più breve tempo possibile! IMG_7510

 

[font id=”pacifico”]- Un libro con il cielo sulla copertina[/font]

Il sesto libro che vi presento è Il Gabbiano Jonathan Livingston di Bach; un classico per ragazzi (un po’ come Il Piccolo Principe) che racchiude in sé il ritmo dell’avventura, della sicurezza, della voglia di essere diverso e rompere gli schemi che costringono il pensiero a virare verso una sola direzione. Ho adorato questo libro grazie alla sua semplicità ed alla sua capacità di trasformarti le aspettative. E’ un libro che arriva come un raggio di sole, donandoti la voglia di fare sempre meglio. IMG_7512

 

[font id=”pacifico”] – Un autore con la tua stessa iniziale[/font]

Non sono riuscita a trovare nessun libro con un autore che avesse le iniziali F.T. (tra i miei) quindi ho deciso di usare quello che è il mio pseudonimo da anni… Franz! E come non poter scegliere, quindi, Kafka? ;) IMG_7514

 

[font id=”pacifico”]- Un classico[/font]

Il classico che ho scelto è uno di quelli che ha cambiato la mia visione del mondo per sempre, l’edizione è quella che è, ma il contenuto è strepitoso. Esiste un prima ed un dopo appena finito questo libro. Non c’è altro modo di descriverlo; mette in pubblica piazza quanto la mente umana sia così piccola e misera. Uno, nessuno e centomila di Pirandello è un’opera di infinito valore letterario, invito tutti a leggerlo, non sarete più gli stessi. IMG_7515

 

[font id=”pacifico”] –  Un libro con quattro o più colori sulla copertina[/font]

Il libro che ho scelto ha una copertina particolare, molto geometrica e piena di colori. Densa di simbologia. E’ L’alchimista di Coelho, un libro che iniziai a leggere moltissimi anni fa a casa di un’amica; mai finito. Sono contenta di averlo trovato al Book Crossing di Manifest. Inizierò a leggerlo a breve, promesso!IMG_7519

 

[font id=”pacifico”]- Un libro con una faccia sulla copertina[/font]

Lasciatemi dire che io ODIO tutte quelle copertine con le facce della gente, le foto troppo realistiche e foto che provengono dai film. E’ qualcosa che mi manda ai matti, ma farò un’eccezione per un libro che è un capolavoro. Parlo di Acciaio della Avallone. Un’opera incredibilmente cruda e calata in una realtà cittadina che riflette il panorama culturale italiano dei nostri giorni. Se vi capita di leggere i libri di quest’autrice vi troverete faccia a faccia con voi stessi, checché quello che viene trascritto nelle pagine non sia la vostra di storia. IMG_7521

 

[font id=”pacifico”]  – Un autore che abbia le iniziali uguali[/font]

Avrei potuto scriverne altri (prendi ad esempio Walt Whitman) ma ho scelto Francis S. Fitzgerald :p :p! IMG_7523

 

[font id=”pacifico”] – Un libro con un epilogo [/font]

Io sono una di quelle che adora i Prologhi e gli Epiloghi, sono curiosissima di sapere che vita avevano i personaggi dei romanzi che leggo prima che venisse raccontata la loro storia, e siccome mi affeziono moltissimo, sono ancora più preoccupata della loro fine, quindi, quando un autore o un’autrice mi fa vedere la direzione che prenderà la loro vita mi rende sicuramente molto più felice (sia in bene che in male). Sento nostalgia quando i personaggi scompaiono nel nulla ed il loro pensiero diventa un peso vacuo che mi logora (quando si dice l’esagerazione).
Qui vi propongo un libro S-T-U-P-E-N-D-O della Troisi (autrice fantasy italiana) che soddisfa sempre il mio bisogno di prologhi ed epiloghi anche parecchio ricchi. BeFunky Collage

Queste erano le mie risposte alla lista di domande! Ricordo a tutti voi che siete taggati! Chi vuole può rispondere e dire la sua rispetto ad altri libri o su quel che voglia! Sperando di non essere stata troppo noisa!

Al prossimo post,
Franz

Franz Tropea

Nata in una pozza d'acqua scura, intrisa di colori scintillanti. Poco poco viva, poco poco morta; in perpetua oscillazione tra una vana porta, logora e spoglia, e l'Isola-che-non-c'è.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.