Archivio Mensile: giugno 2017

0

L’intellegibile stanchezza di me stesso ~

Stasera pensavo che la vita raggiunge il picco dell’antipatia e della cattiveria quando ti fa sentire l’odore della stanchezza nelle cose che più ami. È una stanchezza intellegibile, quella, non comunicabile a gesti o...

0

Santiago – parte 1: Una cosa da poco

Santiago era nato in uno di quei quartieri in cui una parte degli abitanti attende la notte per poter finalmente sprofondare nell’oblio, l’altra parte per potersi dedicare ai propri “affari” e ai propri vizi...

0

Ricordi Letterari Sparsi #2

Tutte le citazioni presenti provengono dalle opere opportunamente menzionate nel testo. Il post è stato ispirato dai ricordi di Georges Perec. Qui un esempio. Immagine in evidenza: Estrutura Ambigua IV – Eduardo Nery, 1969 Una volta...

0

Avrei voluto scriverti

Quando passi dal trascorrere tanto tempo con una persona ad essere quasi degli sconosciuti, a volte il ricordo può essere nostalgicamente malinconico. O malinconicamente nostalgico. Avrei voluto scriverti. Avrei voluto percepire di nuovo

0

Vi prego: continuiamo a lottare

Vi premetto (e vi assicuro) che tutto quello che leggerete in questa pagina oggi, potrebbe sconfinare in una retorica viziosa, tale da portarvi nelle solite quisquilie da bar o bacheca Facebook; ma sentivo l’esigenza...