Pronti a Cetraro per il primo fine settimana del “Festival du chianu” un monito sui centri storici

A Cetraro paese (CS), dal 23 giugno al 2 luglio, In Via Piano, ‘Allu Chianu’, piazzetta caratteristica del Centro Storico, si terrà il ‘Festival du Chianu’.

Siamo quasi pronti! Si apre, per il Primo Fine Settimana, da venerdì 23 giugno a domenica 25 giugno, questa prima rassegna di musica, poesia, pittura, teatro, e dibattiti sul territorio calabrese, che riprenderà nel successivo fine settimana dal 30 giugno al 2 luglio (2017). Il primo giorno del Festival è dedicato alla musica e prevede un Laboratorio Musicale Aperto con N. Marcello Ciampa, che avrà luogo nella piazzetta ‘du chianu’ a partire dalle 10:00 di venerdì 23 Giugno. Il laboratorio sarà improntato su ‘Ascolto e improvvisazione’ ed è concepito come un momento di incontro nel quale verranno innescate una serie di piccole esperienze di improvvisazione musicale. Aperto a tutti coloro che vorranno prendere parte alla sperimentazione di nuove e occasionali forme di interazione sonora. L’esperienza continua Alle 22:00, sempre nel luogo che fa da sfondo e da titolo al festival, Ciampa imbraccerà la chitarra per far partire lo spettacolo: ‘N’. Lo spettacolo si baserà sull’esecuzione di una serie di brani originali che verranno eseguiti  in interazione con lo spazio ‘du Chianu’, dove l’artista abita, e con il pubblico, l’idea è quella di cogliere nella serata i frutti del laboratorio della mattina.

Sabato 24 Giugno dalle 18:00, ripartiremo con la giornata dedicata al tema della poesia: Incontro d’anime nei luoghi, lo abbiamo chiamato, tra noi. L’incontro avrà come filo conduttore la declamazione di poesie. Diversi poeti e autori, con i loro componimenti in un clima di libero scambio e confronto tra esperienze con il linguaggio poetico.

Con la terza giornata del Festival, domenica 25 giugno, a partire dalle ore 17:00, si chiude il primo fine settimana, con un focus sul tema della pittura. Inaugureremo una esposizione di opere, ‘allu Chianu’ e in tutto lo spazio di via Piano, create da abitanti cetraresi e del centro storico. Dopo aver aperto al pubblico l’esposizione, alle 17:30, ospiteremo, in un incontro aperto sul tema “Terra, territorio e buone pratiche in agricoltura”, presso Palazzo del Trono, l’agronomo Francesco Santopolo, esperto in agricoltura biologica e difesa biologica, e Oscar Greco, Ricercatore di Storia presso l’Università della Calabria, scrittore di saggi come “Lo sviluppo senza gioia. Eventi storici e mutamenti sociali nella Calabria contemporanea” (2012), “Rivoluzionari e migranti. Dizionario biografico degli anarchici calabresi” (2010), “Da emigranti a ribelli. Storie di anarchici calabresi in Argentina” (2009). Dalle 19:30 saremo di nuovo ‘allu Chianu’ per festeggiare insieme la chiusura di questo primo weekend  del festival e ritrovarci ai successivi appuntamenti che ripartiranno dal 30 Giugno.

Il secondo fine settimana del Festival, si riapre venerdì 30 giugno, dalle ore 20:00 (?), il Piano si esprime nella sua forma di teatro. Alle luci del tramonto, attenderemo con ansia la partecipazione al Festival du Chianu di “Scenari Visibili”, MAICU MAN, Azione teatrale intorno alla poetica di Michele Pane, Di Dario Natale, Con Dario Natale e Domenico D’Agostino. Con il Tip Teatro di Lamezia, in compagnia di chi sente i richiami dai luoghi e territori dell’incontrarsi, in movimento verso il placarsi dello spaesamento. Alle ore 22:00 segue ‘la performance teatrale a Km zero’: “Mauretto du chianu”, basata su sketch comici con attori di provenienza Cetrarese  altre brevi interpretazioni.

Sabato 1 luglio, dalle ore 18:00, prende il via la giornata di dibattito a partire dalle parole “Territorio, cura e vita attiva”. Per riflettere e discutere anche sul cammino intrapreso dal gruppo, attraverso l’organizzazione del Festival, e come appuntamento del gruppo con associazioni, collettivi e individui che si sono via via imbarcati in questa avventura, e con la partecipazione dell’Associazione Sud Comune, per stimolarci reciprocamente sulle forme associative che vivono i nostri territori, nei tempi contemporanei del cambiamento.

Domenica 2 Luglio si chiude la prima edizione del Festival Du Chianu con un gran finale in musica, a partire dalle ore 19:00 e fino a tarda ora. Con esibizioni dal vivo e la partecipazione di numerosi artisti Locali e non solo, attraverso l’allestimenti di vari punti attrezzati, nei vicoli del centro storico, prenderanno vita varie performance musicali, con l’intento di comporre una sorta di grande Jam Session collettiva.

Valeria D'Agostino

Nata e cresciuta a Lamezia Terme, ha 29 anni, i suoi studi sono giuridici ma attualmente è la letteratura ad essere al centro di ogni cosa. Componente del blog collettivo Manifest. Corrispondente per un giornale locale, collabora con alcune riviste nazionali online. È vicepresidente di Scenari Visibili, associazione culturale teatrale, fa parte del direttivo TIP Teatro. Appassionata di poesia, antropologia, luoghi e paesaggio.

Leave a comment

  • ©2016 Manifest. Tutti i diritti sono riservati agli autori delle singole opere.
  • Il blog è stato realizzato da Siti Web Torino.