Vite appese ad un filo

  •  
  •  

20.
Si inarca un sopracciglio, perplesso ed incredulo.
Gli occhi roteano in senso orario, lentamente, dal basso verso l’alto.

15.
Un sospiro .
Un silenzioso “no” resta appeso tra le labbra.
Le dita che si incrociano nervosamente su sé stesse.

10.
La lingua inumidisce le labbra strette in una morsa di sdegno.
Le unghie grattano nervosamente qualsiasi superficie capiti loro.

5.
Affanno, panico, il cuore in tumulto.
Inizia una ricerca spasmodica e delirante.
Il passo si fa veloce, i pensieri incoerenti.

2.
“Cazzo non adesso!” urla un pensiero ringhiando la sua rabbia e la frustrazione.

1…

Corrente!!

Anche oggi la vita del tuo smartphone è attaccata ad un filo.
E tu resti appeso a lui.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.