ALLE 4.00 DEL MATTINO


Alle 4.00 del mattino
si è stanchi della propria giornata, affannàti
dal ritmo incessante della vita
che ci fa piangere e ci fa sorridere
ci fa odiare e ci fa amare,
ma soprattutto, ci fa vivere
come non abbiamo mai fatto.

Alle 4.00 del mattino
la calma fa da padrona.
Guardi nel vuoto di un assordante silenzio,
il cielo schiarisce e muta in un cupo chiarore;
la Luna saluta e sancisce l’inizio di un nuovo bagliore ma anche la fine di un oscuro regno.

Alle 4.00 del mattino
tutto è un po’ magico.
La penna scorre da se, il canto vola sinuoso,
la chitarra arpeggia dolcemente, due cuori battono più forte.

Alle 4.00 del mattino
ogni gioia è veritiera
non vi è vizio né virtù
ma solo candida poesia,
che rallegra il viso che
leggerà e capirà
che quest’ode è assai felice
e rimanda alla realtà.

Alle 4.00 del mattino
si è pronti per un nuovo giorno.
L’alba tempra l’animo
del guerriero e del farabutto,
dell’inetto e dell’eroe.
Giochi d’astuzia per arrivare a sera
e goderti la tua dolce ricompensa.

Roberto D'Amico

"Il mio DNA è scritto su un pentagramma, o non c'è altra spiegazione." Grande appassionato di Musica, Cinema, Arte e Scrittura.
"..Chiedo il vostro permesso per entrare e raccontarvi altre storie.."

Leave a comment

  • ©2016 Manifest. Tutti i diritti sono riservati agli autori delle singole opere.
  • Il blog è stato realizzato da Siti Web Torino.