TERRIBILMENTE FUORI

Ci sono giorni in cui mi sento inadeguato
Terribilmente fuori da ogni meccanica sociale,
Terribilmente fuori da ogni patetica costrizione, 
Ed io penso e ripenso, ma mi accorgo che a volte si pensa troppo
Mentre il mondo fuori balla, io sto fermo
Ma io resto col sorriso, aspettando il momento in cui ridere di gusto.

Ci sono giorni in cui l’estate ti passa addosso,
Ma dentro hai solo l’inverno
Cerchi di fuggire da questa gabbia chiamata quotidianità,
Ma c’è una bestia che morde i tuoi desideri
E azzanna ciò che rimane tramutandolo in una cupa tristezza
E tu rimani fermo, in questo mondo che corre.
Ma io resto col sorriso, aspettando il momento in cui ridere di gusto.

Roberto D'Amico

"Il mio DNA è scritto su un pentagramma, o non c'è altra spiegazione." Grande appassionato di Musica, Cinema, Arte e Scrittura.
"..Chiedo il vostro permesso per entrare e raccontarvi altre storie.."

Leave a comment

  • ©2016 Manifest. Tutti i diritti sono riservati agli autori delle singole opere.
  • Il blog è stato realizzato da Siti Web Torino.