PREMIO NAZIONALE DELLE ARTI 2016, A Palazzo Ducale di Urbino anche la lametina Francesca De Fazio

PREMIO NAZIONALE DELLE ARTI 2016 / ARTI FIGURATIVE, DIGITALI E SCENOGRAFICHE

Palazzo Ducale di Urbino

14 settembre/14 ottobre 2017

 

 

La XII edizione del prestigioso Premio Nazionale delle Arti, promosso dalla Direzione generale per lo studente, lo sviluppo e l’internazionalizzazione della formazione superiore del Ministero dell’istruzione, dell’Università e della Ricerca, approda ad Urbino il 14 settembre negli straordinari spazi di Palazzo Ducale grazie alla sensibile e preziosa collaborazione offerta dal suo Direttore, Peter Aufreiter.

Per l’Accademia di Belle Arti di Urbino che ha avuto l’onore di organizzarlo per la sezione “Arti figurative, Digitali e Scenografiche”, l’evento riveste un particolare significato in quanto cade nel cinquantenario della sua fondazione e viene ospitato nello splendido Palazzo, gioiello del Rinascimento italiano, sede della Galleria Nazionale delle Marche.

Un’autorevole commissione – presieduta da Silvia Evangelisti, storica e critica d’arte e direttrice per oltre un decennio dell’Arte Fiera di Bologna, e composta da Peter Aufreiter, Direttore della Galleria Nazionale delle Marche, e da Lorenzo Bruni, critico e storico dell’arte contemporanea – ha selezionato, attraverso un attento e scrupoloso lavoro, un ristretto numero di partecipanti su una più ampia rosa di candidati, avendo come obiettivo quello di segnalare lavori meritevoli di interesse per la loro ricerca e sperimentazione e, nello stesso tempo, ha tenuto in considerazione l’identità artistica e storica del luogo in cui le opere vengono esposte.

Selezionata per la sezione scultura anche la lametina Francesca De Fazio, Accademia di Belle Arti di Catanzaro

21552353_1347938985318659_1121676546_n

Saranno presentate al pubblico 50 opere finaliste: dipinti, sculture, stampe, fotografie, ma anche video, installazioni, lavori interattivi, digitali e progetti scenografici, provenienti dalle Accademie di Belle Arti italiane. Tutta la ricchezza, la straordinaria vitalità e capacità innovativa dei linguaggi e delle esperienze artistiche praticate quotidianamente nelle Istituzioni accademiche, trovano in questo Premio la loro naturale, ed insieme eccezionale, occasione di visibilità.

I giovani talenti sono chiamati a confrontarsi, a competere virtuosamente, e così, facendosi portatori di visioni e idee, si preparano ad interagire con le sfere della vita sociale, produttiva, culturale di un Paese il cui progetto formativo è sempre più chiaramente vocato ad una dimensione internazionale.

Il comporto dell’Alta Formazione Artistica è, infatti, un patrimonio di inestimabile valore nel sistema formativo italiano, oltre a rappresentare uno dei settori dove l’internazionalizzazione dei vincitori avverrà giovedì 14 settembre alle ore 17.00 in occasione della cerimonia d’inaugurazione della mostra che si svolgerà nella Serra d’inverno di Palazzo Ducale.

Intervengono, oltre al Direttore della Galleria Nazionale delle Marche, Peter Aufreiter, il Direttore Generale per l’Alta Formazione Artistica, Coreutica e Musicale, Maria Letizia Melina, il Presidente dell’Accademia di Belle Arti di Urbino, Giorgio Londei, il Direttore dell’Accademia di Belle Arti di Urbino, Umberto Palestini, le massime autorità politiche, ministeriali e accademiche che hanno collaborato alla realizzazione del prestigioso evento.

Valeria D'Agostino

Nata e cresciuta a Lamezia Terme, ha 29 anni, i suoi studi sono giuridici ma attualmente è la letteratura ad essere al centro di ogni cosa. Componente del blog collettivo Manifest. Corrispondente per un giornale locale, collabora con alcune riviste nazionali online. È vicepresidente di Scenari Visibili, associazione culturale teatrale, fa parte del direttivo TIP Teatro. Appassionata di poesia, antropologia, luoghi e paesaggio.

Leave a comment

  • ©2016 Manifest. Tutti i diritti sono riservati agli autori delle singole opere.
  • Il blog è stato realizzato da Siti Web Torino.