UNA: Castaway on the moon, domenica 25 marzo h. 20,30 @Auditorium Pitagora  

CASTAWAY ON THE MOON di Lee Hae-Jun (2009)

La forza del cinema coreano è quella di riuscire, anche in un momento di crisi a tutti i livelli come quello dei tardi Anni Zero, a garantire comunque una manciata di film all’anno destinati a non essere dimenticati. Castaway on the Moon appartiene senza dubbio alla categoria e non potrebbe andare diversamente con un soggetto simile, uno dei migliori del decennio: un impiegato rovinato economicamente e psicologicamente finisce (non sveliamo come) sull’isoletta Bamseom. Minuscola, verdeggiante e disabitata, si rivela in un primo momento come una prigione, Mr Kim non sa nuotare e ha il cellulare scarico, quindi non ha modo di andare via.
Unica ad accorgersi di questo “naufrago di città” è un’anima altrettanto sensibile e altrettanto aliena(ta), la hikikomori Ms Kim, reclusa volontaria da tre anni per sfuggire a una società – in particolar modo quella coreana – ormai maniacalmente basata sull’immagine e sulla perfezione estetica.Due solitudini destinate a incontrarsi e a trasformare quella che per quasi un’ora è un’irresistibile commedia grottesca in un dramma in cui l’amore sembra metterci lo zampino.

Valeria D'Agostino

Giornalista pubblicista

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. Anonimo ha detto:

    Interessante

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.