•  
  •  

PROGETTO C.Re.S.Co CALABRIA

presenta

 

9 gennaio 2019

IC Cosenza V. Roma – Spirito S.

Plesso Scuola Primaria di Via Roma 87100 Cosenza (CS)

 

 LA FORMAZIONE DEL FORMATORE

teatro e scuola per una pedagogia condivisa

 “Oltre a stimolare la spinta creativa, i bravi insegnanti aiutano gli studenti a diventare più confidenti, empatici, aperti e collaborativi, formando così degli adulti “migliori”. Il nostro compito non è creare artisti o curatori, ma formare adulti capaci di ascoltare, capire ed apprezzare le forme di espressione che lo circondano. La mia speranza è che i miei studenti continuino per tutta la loro vita a capire la bellezza che li circonda.” (Mark Rothko)

Il 9 gennaio 2019 dalle h 9.30 alle h 13.30 si svolgerà presso l’Auditorium dell’I.C. Spirito Santo in V. Roma, Cosenza, il Convegno “Coltivare Teatro, il valore pedagogico del formatore teatrale, scuola e teatro per un processo creativo condiviso”, organizzato dal Coordinamento Cresco Calabria e rivolto a: compagnie teatrali professionali operanti sul territorio calabrese; istituti e scuole del territorio; studenti scuole licei pedagogici, classici e scientifici; studenti Universitari dei Corsi di Laurea in DAMS e Scienze della Formazione.

Se per bellezza si intende capacità di lettura del mondo attraverso l’ascolto, la voce, lo sguardo, nonché una presa di responsabilità e tutela del mondo da parte di chi ne gode, allora l’educazione alla bellezza diventa missione etica e azione politica, il percorso naturale per formare futuri attori sociali, esseri umani.

Il valore pedagogico dell’Arte e, nello specifico, della pedagogia teatrale, in questa mission, ha avuto modo di emergere attraverso le variegate esperienze del teatro del Novecento, in cui i risultati raggiunti in alcuni contesti hanno aperto nuovi orizzonti di riflessione e di ricerca.

Ci si chiede, in quest’ottica, quale possa essere il ruolo che oggi può assumere la pedagogia Teatrale nella scuola e quali le figure professionali più idonee a cui affidare i percorsi con gli allievi.

La riflessione nasce da un accordo recentemente firmato tra il Miur e la Fita, che prevede il coinvolgimento di operatori non professionisti nei progetti di pedagogia teatrale avviati nelle scuole e che smentisce parte di quanto invece previsto all’interno del Decreto legislativo n° 60 del 13 aprile 2017 ovvero il coinvolgimento di operatori professionali accreditati.

Il convegno vuole offrire uno spazio di incontro tra Studiosi e Professionisti del mondo dell’Istruzione e del Teatro, per avviare una riflessione comune, sulla base delle esperienze e delle visioni dei convenuti, che abbia come oggetto la delicatezza e la responsabilità del ruolo del pedagogo teatrale, chiamato a formare giovani studenti, futuri uomini e donne. In virtù di questo, si proverà a delineare il profilo professionale degli esperti chiamati a svolgere la mission di pedagoghi teatrali all’interno delle scuole.

Una volta tratteggiato il profilo del pedagogo, si penserà alle strategie politiche da proporre perché le scuole si impegnino nella ricerca di queste figure specifiche, ai fini di fornire ai loro studenti un reale strumento di crescita individuale e culturale.

ELENCO DEI RELATORI

 

MARIA FRANCESCA CORIGLIANO – Assessore all’istruzione e alle attività Culturali, Regione Calabria.

MARGARETE ASSMUTH – docente e pedagoga Civica Scuola di Teatro PAOLO GRASSI, Milano.

MASSIMO CIGLIO – Dirigente scolastico IC Spirito Santo, Cosenza.

VINCENZA COSTANTINO – docente in lettere IIS Lucrezia della Valle, Dottore di Ricerca in pedagogia, Cosenza.

HILENIA DE FALCO – Responsabile Tavolo formazione – direttivo CReSCo Nazionale.

MARIAROSARIA LO MONACO – Coordinatrice PROGETTO OTiS, educazione teatrale nelle scuole nazionali e internazionali, Roma.

MASSIMO ZORDAN – attore, regista, esperto in tecniche teatrali, docente/pedagogo scuola d’Italia Guglielmo Marconi di New York.

RAPPRESENTANTI C.Re.S.Co Calabria, operatori teatrali sul territorio

 

 

 

PER INFORMAZIONI

Coordinamento Calabria C.Re.S.Co.| Coordinamento delle Realtà della Scena Contemporanea

mail: calabria@progettocresco.it

pagina fb @crescocalabria

www.progettocresco.it

Segreteria organizzativa: 3802642172 – 3669914042

 

 

Direttivo Cresco Nazionale incontra Cresco Calabria, Giugno 2018

 PROGETTO C.Re.S.Co.

Progetto C.Re.S.Co. è una realtà che lavora nella produzione e nella diffusione della scena contemporanea. Si compone di 136 iscritti, tra compagnie di produzione, sale, teatri, residenze, festival, rassegne, artisti, critici, operatori dello spettacolo dal vivo, diffusi e attivi su tutto il territorio nazionale, aree periferiche incluse.  Il Coordinamento è composto tanto da soggetti ammessi e non ammessi al FUS, quanto da soggetti che operano al di fuori dei meccanismi FUS: ciò fa sì che CReSCo costituisca uno spaccato concreto dell’intero sistema dello Spettacolo da vivo, nell’ambito del Teatro e della Danza. Attualmente sono promotori del C.Re.S.Co. sia strutture (teatri, festival, rassegne, compagnie) che soggetti privati. Il C.Re.S.Co. è un organismo plurale e aperto all’ingresso di nuove realtà.

 

 

ANTENNA C.Re.S.Co. CALABRIA

Il Coordinamento C.Re.S.Co. Calabria nasce nel gennaio 2018 e unisce 10 compagnie calabresi: Confine Incerto, Conimieiocchi, Dracma Teatro, Hermit Crab, Piccola Compagnia Palazzo Tavoli, Scenari Visibili, Spazio Teatro, Teatro del Carro, Teatro P, Teatro Primo. 

L’obiettivo del Coordinamento C.Re.S.Co. Calabria, oltre che perseguire la mission nazionale con l’adesione dei singoli promotori calabresi ai tavoli nazionali di lavoro (idee, fondi strutturali, finanziamenti, formazione, internazionalizzazione, etica), è di proporsi come interlocutore di settore con la Regione Calabria e con gli enti pubblici locali in linea con le direttrici politiche ministeriali ed europee. L’azione del coordinamento C.Re.S.Co. Calabria si muove in maniera più specifica sul terreno delle poetiche e dei bisogni del teatro contemporaneo con particolare attenzione alle istanze che arrivano dal basso e dando priorità a quei soggetti teatrali indipendenti che hanno maggiore difficoltà a sostenersi autonomamente. Oltre ad occuparsi delle istanze primarie dei territori e degli operatori regionali, l’azione del coordinamento C.Re.S.Co. Calabria si propone di connettere la scena contemporanea regionale e quella nazionale: le istanze e le problematiche degli operatori teatrali calabresi sono, per voce del coordinamento, portati all’attenzione dei tavoli nazionali e, viceversa, la progettualità nazionale e internazionale è riportata in ambito territoriale regionale in un costante e propositivo confronto con operatori ed enti pubblici, all’insegna dei principi politici ed etici comuni e condivisi dai promotori C.Re.S.Co.  C.Re.S.Co Calabria, come sua prima azione, ha ospitato dal 10 al 12 giugno 2018 il Direttivo Nazionale della rete, presso il TIP teatro di Lamezia Terme.

 

COMPAGNIE PROMOTRICI C.Re.S.Co. CALABRIA

Confine Incerto

Confine Incerto nasce a Catanzaro nel 2004 come “luogo” dell’arte contemporanea nei territori del sud, la sua identità ha radici nel teatro dei sensi, nella musica etnojazz, nella danza teatro, nell’interazione e nell’interattivo, negli spazi non convenzionali, nella ricerca antropologica ed. Un teatro originale e potentemente simbolico che è divenuto l’elemento caratterizzante di tutto il gruppo. Confine incerto è stata animatrice del territorio calabrese in numerose iniziative (ZTL di Catanzaro, Innesti Contemporanei a Squillace, Mome Festival a Simeri Crichi,. St.art – Festival di teatro a Catanzaro ecc.);  promuove la formazione nei centri aggregativi della città e nelle scuole; ha realizzato importanti produzioni di performance elastiche sulle opere d’arte di alcuni dei maestri ospitati al MARCA; ha realizzato numerosi spettacoli teatrali ad es: “Lamagara” (2014) vincitore al RomaFringe Festival 2014 del Premio della critica gaiaitalia.com. Confine incerto dal 2018 è socio promotore del progetto C.Re.S.Co.

 

Conimieiocchi

ConimieiOcchi è un collettivo di artisti, musicisti, antropologi, attori, pedagoghi, drammaturghi che collaborano in progetti comuni sul territorio calabrese. Il gruppo di lavoro propone una formazione multi disciplinare basata sulle metodiche di comunicazione e i processi creativi- process work, devised theatre, teatro sociale, teatro sensoriale, storytelling, soundscapes e videoart. I progetti artistici e sociali che il collettivo propone, sono finalizzati alla trasformazione del rapporto con i luoghi e alle potenzialità espressive del territorio, considerando l’arte motore di cambiamento e di crescita della comunità. ConimieiOcchi è una storia di incontri e d’empatia. Generatore di creatività.

 

Dracma Teatro

Il Centro sperimentale DRACMA nasce come Associazione Culturale di promozione sociale nel 2005 a Vibo Valentia, ad opera d’un gruppo di professionisti del settore, su iniziativa dell’attore e regista teatrale Andrea Naso. Nell’ambito della vera e propria produzione teatrale, la Compagnia a fine 2009, dopo aver vinto il bando regionale “Calabria Palcoscenico 2009”, realizza lo spettacolo studio Terreamare che anticiperà la produzione di Terre scritto e diretto da Tino Caspanello. DRACmA ha ideato e gestito dal 2019 al 2011 l’organizzazione della rassegna estiva CapoArte, nonché la direzione del Teatro Torre Marrana di Ricadi-Capo Vaticano(VV), già inserito nel programma regionale Magna Graecia Teatro Festival. Negli stessi anni promuove e gestisce svariati corsi di formazione e laboratori teatrali in tutta la provincia. La Compagnia è particolarmente attiva e impegnata nella produzione di spettacoli di teatro contemporaneo e su tematiche d’impegno civico e pedagogico.  Nel 2013 la Compagnia ottiene  dalla Regione Calabria la Residenza Teatrale Multidisciplinare nel Comune di Polistena (RC) dove si trasferisce ed attualmente opera in ambito di produzione, programmazione e formazione teatrale, collaborando con partner istituzionali come Libera, Emergency, Auser, etc. Nel 2015 la Residenza teatrale regionale diventa Residenza artistica nazionale (sensi della Legge reg. n.3 del 2004 e art. 45 del decreto del MIBACT del 1 luglio 2014) .  La Compagnia è attualmente diretta da Andrea Naso.

 

Hermit Crab

L’Ass. Culturale Hermit Crab nasce nel 2011. L’obiettivo è la promozione della cultura teatrale, attraverso attività formativa, produzione, allestimento e distribuzione di spettacolo dal vivo, organizzazione di festival, convegni, mostre, tutte iniziative curate da operatori teatrali e culturali professionisti del settore in cui operano. H.C. è iscritta nel nuovo registro delle associazioni operanti in campo culturale, Comune di Roma, graduatoria ambito spettacolo – prot. 5136. H.C. è socio promotore del progetto C.Re.S.Co. Tra le Istituzioni con cui H.C. ha collaborato: Comune di Tropea, Comune di Vibo Valentia, Provincia di Vibo Valentia, Comune di Roma, Biblioteca Renato Nicolini (RM), Sistema Bibliotecario Vibonese, Fondazione Carical, Fondazione Campania dei Festival.

Piccola Compagnia Palazzo Tavoli

Piccola Compagnia Palazzo Tavoli si inserisce nel progetto madre EX CONVENTO di Belmonte Calabro (CS) in un’ex Convento dei Cappuccini. La Compagnia progetta, organizza e sostiene festival, produzioni teatrali, residenze creative, progetti didattici. Si occupa di cultura, di teatro, di musica, di orti, di cibo e di ospitalità.

 

Scenari Visibili

Scenari Visibili nasce sul finire degli anni ottanta come Cafè Bagarre, primo centro sociale per le Arti in Calabria, dal 2007 compagnia di teatro, opera a Lamezia Terme dove ha condotto una esperienza di Residenza Teatrale riconosciuta dalla Regione Calabria. Propone cambiamenti concreti del circostante (scenari visibili appunto), attraverso i propri spettacoli, laboratori e rassegne. Nel 2016 crea il TIP Teatro, cantiere culturale autogestito ed accessibile, con al suo interno la Biblioteca Galleggiante dello Spettacolo/OPAC,spazio mostre Canyon Inverso e la sala Beck to Beck da 90 posti. Da 16 anni impagina la rassegna di teatro contemporaneo RICRII, da sempre attenta ai nuovi codici espressivi, che ha tra i suoi obiettivi il recupero di un senso fluido di appartenenza meridiana. Scenari Visibili ha collaborato con: Davide Iodice, Gianfranco Berardi, Babilonia Teatri, Timpano-Frosini, Daniele Albanese-Stalk, Cèsar Brie, Piccola Compagnia Dammacco, Quotidiana.com.

 

Spazio Teatro

“SPAZIOTEATRO nasce a Reggio Calabria nel 1999 finalizzando sin da subito la propria attività alla produzione e distribuzione di spettacoli teatrali, organizzazione di rassegne e festival, formazione di giovani attori. Da subito orientato verso la drammaturgia contemporanea, inaugura nel 2000 il Laboratorio dell’Attore, tuttora una delle attività più significative del gruppo, sempre più inteso come laboratorio di creatività che adoperi il teatro come strumento privilegiato. Dal 2002 SpazioTeatro risiede stabilmente nella Sala SpazioTeatro, in Via S.Paolo 19/a a Reggio Calabria dove organizza la sua prima stagione teatrale indipendente, attività che continua ininterrotta e che negli anni ha visto ospiti provenienti da tutto il territorio nazionale. Da otto anni la Compagnia si dedica anche alla produzione di Teatro Ragazzi, anche qui con particolare attenzione alla drammaturgia contemporanea e ai nuovi linguaggi applicati ad adattamenti di romanzi e fiabe della tradizione, puntando a spettacoli fruibili a più livelli da tutte la fasce d’età. Tra le produzioni di Teatro Ragazzi in repertorio: “La vera storia del pifferaio di Hamelin”, “Amore love Psiche”, “Mastino e Biancaluna”, “Racconti delle stelle”, e il recente “Il vento magico”, frutto di un lungo percorso di ricerca intorno alle fiabe tradizionali calabresi. Recentemente SpazioTeatro ha ideato e curato due rassegne dedicate al Teatro Ragazzi: il Ragazzi MedFest – Festival Mediterraneo dei Ragazzi (PISU Città di Reggio Calabria 2017) e Fuoricentro – Periferie Creative (Siae Sillumina 2017).

 

Teatro del Carro

Fondata nel 1986 da Pino Michienzi e Anna Maria De Luca, la Compagnia Teatro del Carro, tra le finalità statutarie, esplica Promozione Culturale e Sociale; Produzione, organizzazione e allestimento di spettacoli teatrali; Scuola di formazione culturale; Pubblicazione di testi teatrali; Gestione, organizzazione e direzione artistica di eventi e rassegne. Finalità primaria è valorizzare grandi autori e nuovi autori della letteratura e del teatro; proporre contaminazioni e rielaborazioni di testi del teatro classico; usare la lingua calabrese intesa come momento poetico e culturale; sostenere e promuovere gli autori di nascita o di adozione calabresi, attraverso la rappresentazione teatrale dei loro testi sotto qualsiasi forma. A partire dal 2012, ha ideato e diretto il progetto di Residenza Teatrale “MigraMenti”, cofinanziata da Regione Calabria e Mibact, presso il teatro Comunale di Badolato, occupandosi di: Produzione; – Organizzazione di spettacoli in rassegne e stagioni; – Formazione di nuovo pubblico; – Alta formazione teatrale per addetti ai lavori; – Ospitalità di singoli artisti e/o compagnie in residenza; Promozione di artisti Under 35; Promozione di artisti e/o compagnie Emergenti, ovvero premiati o selezionati in festival di carattere nazionale o internazionale; Ospitalità di spettacoli drammaturgia contemporanea di artisti calabresi o nazionali.

 

Teatrop

Il teatrop conduce la propria attività di produzione, organizzazione e formazione teatrale dal 1976, anno della fondazione. In questi quaranta e più anni, l’attività teatrale è cresciuta grazie  agli artisti e le maestranze che hanno creduto nell’idea di teatrop: creare un luogo di creazione e incontro culturale in grado di ridurre le barriere tra individui. Dagli anni ‘80 organizza ininterrottamente  il festival di teatro in strada “Teatroltre” e la stagione di teatro per le scuole “Teatro Ragazzi”. Il teatrop si è specializzato inoltre nella conduzione di laboratori teatrali didattici rivolti alle scuole, con i quali ha  vinto numerosi premi. Le produzioni teatrali attualmente in tournée nazionale sono per la strada “Uccelli”, “Visionari”, ” Zigani” Teatro al chiuso  “Orti della luna”, “La maledizione del sud”, “Concerti di Sabbia” Per il teatro ragazzi “Il Pifferaio Magico”, “Pinocchio Testadura”, quest’ultimi caratterizzati dalla innovativa tecnica della Sand Art nella quale la compagnia è specializzata. Ultime produzioni “ Cartastorie “e “Pierino e il lupo “. Ha prodotto e distribuito più di quaranta spettacoli, ha partecipato a più di cento festivals e manifestazioni nazionali e internazionali, ha all’attivo trenta edizioni di teatroltre  teatro in strada e vetrina teatro ragazzi ,  ha organizzato più di venti rassegne  di teatro ragazzi ha organizzato un centinaio di laboratori teatrali nelle scuole, ha collaborato con importanti enti e gruppi teatrali nazionali e internazionali ha portato i propri spettacoli in città italiane e straniere. Attualmente ha sei soci e collabora con una quarantina tra attori e tecnici.

 

Teatro Primo

L’Associazione Culturale Teatro Primo ‘Natale Parisi’ si costituisce nell’ottobre 2008, ricavando il proprio spazio artistico all’interno di una vecchia fabbrica dismessa della periferia reggina trasformata ed adattata in Sala Teatrale denominata ‘Teatro Primo’ , sede principale di tutte le attività artistiche dell’Associazione.A marzo 2013 Teatro Primo trasferisce la sede a Villa San Giovanni e con la supervisione artistica dello scenografo Aldo Zucco realizza ed allestisce il nuovo spazio teatrale in riva allo stretto. Fondatori dell’associazione: l’attrice Silvana Luppino e il regista Christian Maria Parisi. L’associazione Teatro Primo è costantemente impegnata nell’interazione culturale locale e ‘non’, attraverso l’organizzazione – curata direttamente dallo staff interno – di innumerevoli manifestazioni ed eventi di diverse tipologie ed ospita nella propria sede,  oltre ai suoi spettacoli e ai suoi laboratori di dizione e recitazione, saggi e stage di danza e di vario tipo, concorsi ed esibizioni canore, corsi di formazione, prove ed allestimenti (prosa e lirica), spot pubblicitari, proiezione di audiovisivi, concerti e performance musicali live, etc.. Teatro Primo si avvale della collaborazione di figure qualificate e di insegnanti specializzati per la cura e la gestione dei propri Corsi e Laboratori e per la realizzazione delle proprie produzioni e collabora attivamente con altre associazioni presenti sul territorio e non.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Di Valeria D'Agostino

Giornalista pubblicista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.