Al via “Premio Francesco Graziano” de Ilfilorosso, scade il 30 aprile

Da quest’anno solo opere inedite e, per i vincitori, la pubblicazione senza alcun onere

 

Le date. È ai nastri di partenza l’ottava edizione del Premio letterario nazionale dedicato a Francesco Graziano, ideatore e fondatore dell’associazione culturale ilfilorosso e della omonima rivista. Il termine ultimo per l’invio delle opere è fissato al 30 aprile 2019, i vincitori verranno rivelati prima della cerimonia finale prevista per il 6 giugno 2019.

Francesco Graziano. Il premio quest’anno assume un valore aggiuntivo in quanto ricorrono i dieci anni dalla morte del fondatore della rivista omonima a cui il premio è dedicato. Francesco Graziano (1949-2009) dedicò gran parte della sua vita e del suo impegno culturale proprio alla rivista ilfilorosso. Docente di italiano nei licei, instancabile animatore culturale, poeta e critico, ha pubblicato saggi su Montale, Moravia, Pea, Roversi, Saba, Celati, La Cava e Seminara. Sue poesie sono apparse su “La tartana degli influssi” (Bologna), “Incontri 2000” (Bologna), “Rendiconti” (Bologna) etc. Ha pubblicato nei “Quaderni de ilfilorosso” la rac­colta di versi “Nasse del Sud” (2002) con prefazione e traduzione in inglese di Annalisa Saccà, presso Rubbettino Editore; il poema progressivo “Cronache di anni d’abisso e di vento”, con prefazione di Roberto Roversi. Dopo la sua scomparsa gli amici bolognesi hanno dato alla stampa l’ultimo lavoro a cui si stava dedicando dal titolo “Dentro il libro dei giorni” con la revisione e la prefazione di Roberto Roversi.

Le novità. Quest’anno il Premio presenta rilevanti novità. Prima fra tutte è che sono escluse dalla competizione le opere edite, quindi si ripristina anche la vocazione di scouting letterario che è tra le mission de ilfilorosso. Anche perché, e qui affrontiamo un punto focale, i vincitori del premio nelle diverse sezioni potranno vedere la propria opera pubblicata senza dover versare alcun contributo. La seconda novità, strettamente connessa alla prima, è che sono inclusi anche i romanzi o i racconti lunghi.

Le sezioni. Quali opere saranno ammesse al premio? È presto detto. Le sezioni sono cinque: raccolta di poesia inedita in lingua italiana (sezione A), in questo caso l’opera non deve superare i 1500 versi; saggio inedito in lingua italiana (sezione B) di lunghezza non superiore a 100.000 battute (spazi inclusi), l’argomento potrà essere letterario, storico, antropologico e sociologico; romanzo inedito in lingua italiana (sezione C) che prevede sia l’inoltro di un romanzo sia quello di un racconto lungo che non superi le 100.000 battute (spazi inclusi); poesia inedita a tema libero in lingua italiana (sezione D) con l’invio di una sola poesia; e infine narrativa breve a tema libero in lingua italiana (sezione E), in questo caso il racconto breve non ha alcun vincolo di contenuto e può appartenere generi diversi: racconto, fiaba, dialogo, lettera ed ogni altra forma di narrazione. Il testo non dovrà superare le 10.000 battute (spazi inclusi). In merito alle quote di partecipazione, per le sezioni A, B, e C il versamento sarà di 20 euro, mentre per le sezioni D  e E sarà di 10 euro. Un solo partecipante può aderire a una o più sezioni purché versi la relativa quota.

La giuria. L’ottava edizione del Premio letterario nazionale “F. Graziano” prevede riconferme e novità. Il presidente della giuria è anche quest’anno Annalisa Saccà, docente di lingua e letteratura italiana alla St. John’s University di New York. I membri sono Gina Guarasci, direttrice de ilfilorosso, Enzo Ferraro, direttore della collana I Grazianei, Salvatore Jemma, promotore culturale e critico di Bologna, Maria Lenti, poetessa e critica di Urbino, Giuseppe Sassano, promotore culturale e libraio, Mariangela Chiarello, redattrice de ilfilorosso. A questi nomi, che rientrano nelle riconferme, si aggiungono le new entry Giovanna Baratta, direttrice della collana Marana tua, e Matteo Dalena, direttore della collana Memorie.

error0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.