“C’eri già, ancor prima di trovarti”

C’eri già,
c’eri già, prima ancor di trovarti,
c’eri tu, i tuoi occhi, il cielo che sapevo mi avresti regalato.
C’eri, dietro i miei sogni, quelli di ogni giorno, dietro al batticuore, dietro il filo sottile, invisibile del destino, c’eri nel tempo, nello spazio, nella mia ricerca ostinata e contraria.
C’eri già, da molto tempo addietro.
C’era già tutto di te, tutto del tuo spazio, c’era pure la tua cucina, piccola, quella lampada e quel mobile rossi, i quadri strani all’entrata, c’era pure un telefono antico, tutto quel caos, e tutti i colori che mi hai sempre regalato.
C’ero anche io, quella che si sorprende sempre come al primo giorno, quella che ha ancora paura, e che tante paure le ha eliminate dopo il tuo sguardo.
C’era tutta la voglia di vedermi grande davvero, c’era l’amore, quello che poteva apparire strano, e che oggi resiste più di qualsiasi altra cosa.
C’eri già, e che fortuna, Amore, ci sei ancora.

error0

3 commenti

  1. Spettacolo! Complimenti, mi sono emozionata .. l’ho dedicata al mio ragazzo.

Rispondi a manifestblog.it Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.