In apnea, “Se hai paura vuol dire che stai vivendo”

 

Tutti mi dicono che c’é tempo per fare qualsiasi cosa. A me non pare sia così. Mi sento come su di un treno che corre all’impazzata, un treno preso in ritardo, e che ha lasciato qualcosa in sospeso.

Oggi è lunedì 17 giugno, ed ho ripreso un diario.

Non mi stanca niente quanto le parole della gente che non ne sa niente del mio dolore, quelle che son sempre pronte a darmi consigli ma mai ad ascoltarmi in silenzio.

Se ho paura vuol dire che sto vivendo? E fino a quando sarà così?

In apnea…

Valeria D'Agostino

Giornalista pubblicista

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.