La favola della montagna.

Quando si voltò la montagna prese a parlare: ” Vai via anche questa volta?

Sta per far buio, devo tornare a casa” rispose.

Scuro è il tuo volto” disse lei.

Come il mio animo“.

Non essere duro con te stesso. Un giorno farai ritorno“.

La mia via conduce lontano da qui. I nostri incontri sono sempre più radi. Quello di poter restare è stato un sogno, nulla di più” rispose.

Non puoi governare le maree di questo mondo, ma puoi intuirne il moto. Ho visto passare sulla sua piccola imbarcazione Odisseo da questa vetta molti anni or sono. Un tempo, infinite epoche ora dimenticate, ero parte del buio abisso del mare tempestoso, prima che uomini e bestie crescessero sul mio fianco. Ci sono leggi che neppure io posso mutare” rispose la montagna.

Ho timore per te. Ho timore che quanto di splendido vi sia venga meno, che sarai per me solo un ricordo“.

Rise la montagna e poi dolce e luminoso divenne il suo volto. “Sono anziana, ormai, e molti dolori ho sopportato. Molti inverni mi hanno piegata. Indicibili mali e sofferenze ho visto, ma ho partecipato anche alle gioie e alle bellezze del mondo. Non disperare. E’ solo una cosa passeggera quest’ombra. Ora va’, se devi andare. Prosegui nel tuo percorso”.

Si voltò. Non fece mai più ritorno. Sotto le macchie del tempo venne dimenticata la sua storia. Incalcolabili secoli trascorsero prima che un minuscolo atomo del suo corpo si ricongiungesse, per caso, all’amata montagna. Dicono che quando la montagna riconobbe l’amico organizzò in suo onore una bellissima festa. Le vette si coprirono di neve scintillante, i boschi si riempirono di luce dorata e tutti gli abitanti della foresta corsero a vedere quello straordinario evento. Da allora i due non si separarono più.

Aveva ragione, dunque, la montagna, quando all’amico disse che avrebbe fatto nuovamente ritorno, un giorno.

Ciò che amiamo perdura nel nostro spirito.

Francesco Giuseppe Murone

25 anni. Amo la Grecia antica e le montagne. A Lamezia sono a casa.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.