Autore: Domenico D'Agostino

0

Canto della Calabria.

Una volta ti ho cantata, mia bellissima terra, alla stregua di come si canta una donna da tenere per mano, facendosi incantare, guardandoti ancora e ancora da dietro un finestrino diretto al mio divenire.

0

3 divagazioni sulla Poesia: numero 1

«Quando parliamo di poesia dobbiamo distinguere tra la poesia propriamente detta, quella che leggiamo o che ascoltiamo, costruita in un certo modo, e l’intero agglomerato di sentimento, emozione, messaggio che si vuole – o...

0

Apologia della “Troia” e Vaginocentrismo.

“Troia!”. Se lo dicesse mia nonna ci starebbe tutta. La sua generazione ormai molto difficilmente potrebbe aggiornarsi su certi schemi mentali odierni. Se lo dicessero i miei genitori sarebbe finanche comprensibile: la loro generazione...

0

La donna: conoscenza, coraggio o sfiga?

Prima del peccato originale, nella cosiddetta protologia (= che viene prima della Storia), il nome di Eva è semplicemente quello di Donna, “Ishshah” ovvero forma femminile di “Ish” (maschio). Questo sottintende facilmente una condizione naturale...

1

Lettera alla mia professoressa e al mio liceo.

Cara prof.ssa ***, sono Domenico D’Agostino, diploma 2010. Molto probabilmente il mio nome Le dirà qualcosa ma non riuscirà a ricollegarlo ad un volto, forse nemmeno se mi vedesse spuntare di colpo a scuola. Tuttavia,...

0

25/06

Bastano pochi passi a volte. Pochi passi, qualche metro, e dalle risate fintamente spensierate ti ritrovi ai tumori e alle metastasi che negli ultimi giorni hanno fatto ennesime vittime. Pochi passi dal Vintage alla...