La Grande Catastrofe

Addio Anatolia – Didò Sotirìu Nel 1923 la scomparsa dell’Ellenismo dalle terre in cui era insediato da 3000 anni. “Oh venisse la morte Venisse solo da Dio. E non mai dagli uomini, che dividono altri uomini”. Il Trattato di Losanna del 24 Luglio 1923 impose il trasferimento forzato di oltre un milione di Greci dalla …

I Cardi del Baragan – Panait Istrati – Recensioni in pillole

I Cardi del Baragan – Panait Istrati – Recensioni in pillole Letteratura di periferia, per seguire sentieri poco battuti, per ridare alla parola il suo potere creativo e curativo. Dedico questo libro al popolo di Romania, ai suoi undicimila assassinati dal governo rumeno. Crimini perpetrati nel marzo del 1907 e rimasti impuniti. “Ma che certezza …

Sul cuore d’Italia.

Gli antichi romani chiamavano il Gran Sasso d’Italia Fiscellus Mons, ovvero Monte Ombellico, in omaggio alla posizione centrale che assume nella penisola Italiana. Cuore e re degli Appennini, è composto da diverse vette culminanti nel Corno Grande (2.920 m.). E’ mattina quando ci muoviamo in direzione di Campo Imperatore, luogo di partenza dell’avvicinamento alla vetta. Da …

La Montea. Un altro mondo è possibile.

Benché la Calabria sia un lembo di terra dalla modesta estensione, sorprendente è la sua capacità di celare molti dei suoi aspetti. Sant’Agata d’Esaro è uno dei tanti paesini che, a sentirli pronunciare, non destano alcuna familiarità. Essa è una tra le più isolate ed interne contrade dell’appennino calabrese ed è posta su una rupe …

Di fronte agli Dei: il Pollino custode della Calabria.

28 Aprile. Alba, stazione di servizio di Tarsia Nord. Una comitiva di turisti affolla l’area ristoro. Andrea e Saverio consumano una veloce colazione. Fotografano da anni questa parte del mondo. L’orologio richiama la loro attenzione: è ora di rimettersi in auto per raggiungere la meta. Colle dell’Impiso è punto privilegiato di partenza verso i Piani …

Africo multiforme

Multiforme, versatile, dai molti viaggi. Questi i principali significati del termine “polytropon” (πολύτροπον), col quale viene descritto Odisseo da Omero. Non c’è termine migliore che si adatti a quel lembo meridionale della Calabria la cui asprezza ha dato il nome alla medesima contrada: l’Aspromonte. Avevo sentito parlare di Africo come di uno dei tanti paesi abbandonati …

Molochio, ovvero la discesa nell’Ade

La parola catabasi, (dal greco κατάβασις “discesa”, dai κατα “giù” e βαίνω “andare”) indica la discesa da parte di una persona viva nel regno dei morti. Per i greci e i latini l’Ade  era un luogo fisico, al quale si poteva accedere da alcuni luoghi impervi o difficilmente raggiungibili. La visita alla valle del torrente Barvi, presso il piccolo comune di Molochio, ricorda …

Nella casa dei guerrieri, i guardiani della Calabria

E’ ancora notte quando è tempo di svegliarsi. La vestizione è un momento sacro: gli indumenti saranno una corazza contro le intemperie e il gelo. La via prosegue al buio. La porta della Calabria è la meta. Qui, come una barriera posta verso il resto della penisola, si erge il massiccio del Pollino. Ai piedi …