Immagine in evidenza: Follies – Tess Jaray, 1977 1. L’ardore dell’indugio, osservare il lento chiarore che insorge e sbiadisce sulle alture discreto, vacuo e incauto ma immutabile 2. Soffocai adagio nei miei turbamenti dissipando la mia decenza, non ebbi più certezze non ebbi più quiete non ebbi più memoria 3.CONTINUA

Versi sparsi, riassemblati, tratti da: “Antologia di Spoon River” – Edgar Lee Masters, ed. Mondadori, trad. Luigi Ballerini. Immagine in evidenza: Espaço Ilusório II – Eduardo Nery, 1969 – UN UOMO – Mi sono sfiancato lavorando senza tregua con l’ascia o con l’aratro mi sono dedicato agli altri e il mioCONTINUA

Versi sparsi, riassemblati, tratti da: “San Francisco Blues. 71 Poesie” – Jack Kerouac, ed. Mondadori, trad. Massimo Bocchiola. Immagine in evidenza: Marker California – Doug Ohlson, 1986 Pensiero n.4 – Non hai fardelli da portare, perché non te ne vai? – 1. Grandi Principesse Peruviane imbarazzate ma implacabili si affrettano conCONTINUA

Versi sparsi, riassemblati, tratti da: “San Francisco Blues. 71 Poesie” – Jack Kerouac, ed. Mondadori, trad. Massimo Bocchiola. Immagine in evidenza: California – Ulfert Wilke, 1967 Pensiero n.1 – Perché sto qui seduto a gambe incrociate? – 1. Tua mamma: grandi occhi spalle dolci & sottili un cappellone, scarpe rosse rigate dallaCONTINUA

Versi sparsi, riassemblati, tratti da: “Antologia di Spoon River” – Edgar Lee Masters, ed. Bur, trad. Alberto Rossatti. Immagine in evidenza: Trânsito Celeste – Eduardo Nery, 1972 Pensiero n.1 – Mi aveva amato da morire, con cuore spietato – 1. Seduto sotto il cedro in questo luogo di silenzio avreiCONTINUA

Tutte le citazioni presenti nel post sono tratte da “Il Mestiere di Vivere” – Cesare Pavese, ed. Einaudi, a cura di Marziano Guglielminetti e Laura Nay. Immagine in evidenza: Finestre – Italo Cremona, 1939 [Gennaio] La cosa più banale, scoperta in noi diventa interessantissima. Nasce da ciò, che non èCONTINUA

Il processo di “haiku-izzazione” è un gioco che si fa tagliando i versi di poesie famose e, a volte, lasciando soltanto le parole o le parti finali. Fonte 1 Fonte 2 Immagine in evidenza: Ma 102 – Tadasky, 1961 215/1. Attraversiamo il mondo in silenzio. Mi addormento, mi sveglio. Forse scapperò 215/2.CONTINUA

Il processo di “haiku-izzazione” è un gioco che si fa tagliando i versi di poesie famose e, a volte, lasciando soltanto le parole o le parti finali. Fonte 1 Fonte 2 Immagine in evidenza: Fifteen – Tess Jaray, 1969 33. Nel vento d’agosto un sole smarrito ci dice addio Testo Originale daCONTINUA

Tutte le citazioni presenti provengono dalle opere opportunamente menzionate nel testo. Immagine in evidenza: Upstart 18F – Paul Reed, 1965 Io sono nato, anno tale, mese tale, giorno tale, nella casa in via tale, numero tale, dal signor Tal dei Tali e dalla signora Tal dei Tali; battezzato nella chiesaCONTINUA

Il caviardage è una tecnica creativa che consiste nel ricavare una poesia da una pagina di testo, cancellando tutte le parole che non vengono utilizzate nella composizione del testo poetico. Fonte I versi presenti nel post sono tratti dalle pagine: 9, 33, 34 e 44 del libro “Fahrenheit 451” – RayCONTINUA