Cara mamma, in giornate come queste il tempo pare anestetizzarsi, come le mie emozioni. Non volere niente. Niente che non sia silenzio, solitudine, assenza di perché. La notte però è diverso. È sempre un continuo cercarti, in sogno, li il desiderio prende forma, implora di ritrovare il tuo volto,CONTINUA

Mi frega poco della bellezza di sentirsi giovane passati i sessanta (encomiabile, comunque, davvero); mi frega poco del fatto che la nostra società un po’ malata e il nostro Stato, malatissimo, stia allungando il sentirsi giovane, soprattutto a livello fiscale; questa sera mi frega poco anche dell’arbitrarietà generazionale, dei “ogniCONTINUA

Non c’è un’età precisa per smettere di desiderare. In mezzo al tempo che passa, con i suoi innumerevoli colori, sfumature, ed emozioni diverse, è il desiderio a tenerci in vita. Il fatto che ci sia sempre qualcosa o qualcuno da incontrare per la prima volta, ancora, e stupirsi con laCONTINUA

Ci sono giorni in cui le parole smettono di essere. Che com’è il cielo oggi io mi sento. Basta un dolore fisico che già penso al tuo e non trovo più pace. Le immagini restano uguali, fisse, da quando apro gli occhi fino a che mi provo ad addormentare… Minuti,CONTINUA

Quanto è profondo il mare… Cinque giorni a Settembre, il mese con cui si è soliti salutare l’estate. Com’è possibile ritrovarsi adulti in così poco tempo? E quanto costa non poterne parlare con chi, realmente, sente il tuo cambiamento? La felicità è un po’ come la tristezza. Dura poco. PoiCONTINUA