Ormai saranno più meno 3 anni che vivo in una città sconosciuta, mai sentita, certa “Lamézia Terme”. Ormai, dopo 3 anni, è piuttosto chiaro di non essere più  soltanto una città sconosciuta. Dallo iniziale affascinamento appena arrivata, immersa nella mia vita preferita, fatta delle ombre nascoste nel silenzio della Luna,CONTINUA

Ha ragione l’odio e l’amore Il fuoco che brucia e la pioggia che spegne, La luna che colora la notte, diadema attaccato come un lustrino che dal cielo fa capolino, 0

Immagine in evidenza: Follies – Tess Jaray, 1977 1. L’ardore dell’indugio, osservare il lento chiarore che insorge e sbiadisce sulle alture discreto, vacuo e incauto ma immutabile 2. Soffocai adagio nei miei turbamenti dissipando la mia decenza, non ebbi più certezze non ebbi più quiete non ebbi più memoria 3.CONTINUA

Versi sparsi, riassemblati, tratti da: “Antologia di Spoon River” – Edgar Lee Masters, ed. Mondadori, trad. Luigi Ballerini. Immagine in evidenza: Espaço Ilusório II – Eduardo Nery, 1969 – UN UOMO – Mi sono sfiancato lavorando senza tregua con l’ascia o con l’aratro mi sono dedicato agli altri e il mioCONTINUA

Versi sparsi, riassemblati, tratti da: “San Francisco Blues. 71 Poesie” – Jack Kerouac, ed. Mondadori, trad. Massimo Bocchiola. Immagine in evidenza: Marker California – Doug Ohlson, 1986 Pensiero n.4 – Non hai fardelli da portare, perché non te ne vai? – 1. Grandi Principesse Peruviane imbarazzate ma implacabili si affrettano conCONTINUA

Versi sparsi, riassemblati, tratti da: “San Francisco Blues. 71 Poesie” – Jack Kerouac, ed. Mondadori, trad. Massimo Bocchiola. Immagine in evidenza: California – Ulfert Wilke, 1967 Pensiero n.1 – Perché sto qui seduto a gambe incrociate? – 1. Tua mamma: grandi occhi spalle dolci & sottili un cappellone, scarpe rosse rigate dallaCONTINUA

Versi sparsi, riassemblati, tratti da: “Antologia di Spoon River” – Edgar Lee Masters, ed. Bur, trad. Alberto Rossatti. Immagine in evidenza: Trânsito Celeste – Eduardo Nery, 1972 Pensiero n.1 – Mi aveva amato da morire, con cuore spietato – 1. Seduto sotto il cedro in questo luogo di silenzio avreiCONTINUA

  Salve a tutti, sento il bisogno di salutare, perché era veramente da ere geologiche che non mi mettevo a scrivere un articolo per manifest, anzi per tutto e tutti. Avevo perso la voglia, l’ispirazione, e mi ero anche reso conto che la maggior parte di ciò che scrivevo eraCONTINUA

Tutte le citazioni presenti nel post sono tratte da “Il Mestiere di Vivere” – Cesare Pavese, ed. Einaudi, a cura di Marziano Guglielminetti e Laura Nay. Immagine in evidenza: Finestre – Italo Cremona, 1939 [Gennaio] La cosa più banale, scoperta in noi diventa interessantissima. Nasce da ciò, che non èCONTINUA