«Quando parliamo di poesia dobbiamo distinguere tra la poesia propriamente detta, quella che leggiamo o che ascoltiamo, costruita in un certo modo, e l’intero agglomerato di sentimento, emozione, messaggio che si vuole – o non si vuole – lasciar passare. La prima la chiameremo poesia-forma; la seconda poesia-sostanza. Servono esempi?»        CONTINUA

Uscita da scuola cercavo lo sguardo di mia madre in quella miriade di volti che si accalcavano all’entrata. Tutti i genitori erano preoccupati per i loro bambini, come se una singola goccia di pioggia avrebbe potuto causare chissà quale danno irreparabile sulla salute dei propri figli. Ricordo che amavo queiCONTINUA

Cominciare a ridere senza alcun motivo e avere l’impressione di star fingendo. Ma perché se non è vero, non riesco a fermarmi? E soprattutto perché rido? Appena mi siedo a terra chiudo gli occhi un secondo, li riapro e le mie mani girano gesticolando, ho tantissime mani che circolano eCONTINUA

Non solo nostalgia di Ottorino Andreose. Prefazione di Claudio Lolli. Ho sempre amato scrivere. Da piccola tenevo uno di quei diari bruttissimi, enormi, con mille disegni di cani e gatti e un lucchetto quasi più grande del diario. Facevo le scuole elementari e ogni giorno scrivevo cosa mi succedeva durante leCONTINUA

Mi vesto in fretta, circa un minuto e mezzo, prendo il taxi e –Fast, fast, fast, I’m in late, I’m missing the flight. E invece, stavo perdendo la possibilità di stare altri venti minuti con lui, all’aeroporto, nelle sue braccia. I nostri occhi, i miei così neri ed i suoiCONTINUA