Il mio cognome

Il mio cognome
è una pittura rupestre:
un’ opera d’ arte primitiva,
con la sua aurea
di inviolabile eternità.

Il mio cognome
incide le caverne;
quelle nostrane e cupe,
ma piene della luce
che l’ ha costruite.

Il mio cognome
è, proprio, quella luce,
la stessa che ha donato,
ai posteri,
minerali, zolfo e pietre,
affinché marchiassero a fuoco
l’ anima,
in un sigillo:

il mio cognome.

( dal mio libro “Cespugli di rovi”, acquistabile qui: Eretica Edizioni – Cespugli di rovi – Simona Barba Castagnaro )


ANIME SOLE

 

Anime Sole, destinate a rincontrarsi nell’oscurità
per tenere nascosto l’orgoglio
e lavare via la tristezza.

Anime Sole, che sono Sole e Luna,
in questa vita di rincorsa l’una all’altro,
ognuno importante e fondamentale per l’altro.

Anime Sole, che sole non sanno stare, in questa malinconia divenuta spada e poi scudo
di un guerriero senza amore.

Anime Sole, che qui non posso stare,
lontani dagli occhi ma sotto un unico cielo
che diventa desiderio di rimanere sempre uniti
e di spazzare via questa cupa solitudine.

– Opera di copertina di Gaetano Previati, Paolo e Francesca, 1901



Pensieri convulsi

Vivo una sonnolenza
di pensieri convulsi,
accumulati
da un tutto,
che appare
come un nulla.

…Tutto svanisce,
come, mai,
fosse esistito;

e nulla si scopre,
esser stato,
davvero.

Tra “ero” e “sono”,
una coda di cane,
rincorsa e, mai, morsa,

se non procurando
un danno
alla propria,
delirante,
persona;

e, nel disperato forgiare
di un “sarò”,
ogni coito
mentale,
mancato,
maledirò.

( dal mio libro “Cespugli di rovi”, acquistabile qui: Eretica Edizioni – Cespugli di rovi – Simona Barba Castagnaro )






  • ©2016 Manifest. Tutti i diritti sono riservati agli autori delle singole opere.
  • Il blog è stato realizzato da Siti Web Torino.