“Il sapore della ciliegia” i vostri bigliettini post-film!

Sabato scorso abbiamo inaugurato i #cineforum di Manifest presso il TIP Teatro, con la visione del capolavoro di Abbas Kiarostami: Il sapore della ciliegia. Un film intenso, sicuramente particolare nella sua resa stilistica e nel suo modo di comunicare alcune emozioni e sentimenti. Un film che fa riflettere ma tramite la poesia e il simbolo, tramite un “qualcosa” che smuove direttamente gli animi.

Read more


“It”, il film: un pagliaccio che non terrorizza

“It” di Andrés Muschietti, adattamento dell’omonimo romanzo di Sthephen King dell’86, è l’ennesima occasione persa per il cinema hollywoodiano di allontanarsi almeno per un attimo dalle logiche del marketing, e creare un’opera se non fedele all’originaria, almeno di spessore analogo. Le tecniche narrative cinematografiche e dei libri non sono le stesse. Ci sono momenti che un film per essere fedele ha l’obbligo di differenziarsi. Read more


Come le mosche d’autunno: il gioiello dimenticato di I. Némirovsky

 

Ho sempre provato una certa ritrosia e un’innata idiosincrasia nei confronti di miti musicali, casi letterari, cinematografici, best seller, fantasmagoriche campagne pubblicitarie, romanzi primi in classifica e tutto ciò che viene sbandierato, esaltato, adulato, osannato per palesi operazioni di marketing. Quando nelle librerie cominciò a circolare insistentemente il nome della Némirovsky, invece, ne fui attratta magicamente. Non acquistai nulla, ma sapevo che il nostro incontro sarebbe avvenuto di lì a poco.

Read more


“Pastorale americana”, il capolavoro di Philiph Roth

Pastorale Americana è uno dei più importanti lavori di Philip Roth, una tragedia familiare che scritta nel ’97 gli valse il premio Pulitzer per la narrativa. Il romanzo è ambientato a cavallo della Guerra del Vietnam, periodo di grandi lotte sociali e per i diritti civili negli Stati Uniti. La grandezza di quest’opera, come ogni classico, è che riesce a regalarci diverse prospettive di avvenimenti storici particolarmente complessi. Read more


Ieri al Tip “Mingong”, il primo lungometraggio di Davide Crudetti. Uno spaccato della Cina contemporanea, tra emigrazioni di massa, grandi speranze e resilienza delle comunità tradizionali

A volte rimango davvero stupito da alcune dinamiche così simili ad ogni cultura umana. Sono quelle del chi resta e del chi parte, del chi ritorna, del chi pur partendo resta e di chi pur nel ritorno non ritorna più. Read more





  • ©2016 Manifest. Tutti i diritti sono riservati agli autori delle singole opere.
  • Il blog è stato realizzato da Siti Web Torino.