Questa frase è spesso detta da molti, anche se non proprio “re”, però spesso si promette, ci si promette, di tornare ad essere in un modo speciale, un modo particolare, il modo che appunto, ci ha fatto sentire “re”. Lo dite appunto a chi era accanto a voi nel momentoCONTINUA

Sei come chiodo fisso nella profonda ferita e non smette di sanguinare. Ogni tuo sguardo di sfuggita, ogni tuo sorriso di nascosto, ogni nostro scontro apparentemente casuale, mi perfora sempre di più. Più profondo. Più sangue scorre più mi sento viva. E non poter toccare!!! Come un bambino davanti laCONTINUA

Tramonto Amantea

L’oppressione di cieli grigi senza sole, di percorsi recintati da illusioni che non lasciano spazio all’immaginazione. Cammino sulle sponde di una notte senza stelle, trascinando il peso di un’anima in cerca di altri orizzonti da cui affacciarsi, da cui scrutare l’inizio di un nuovo giorno, aspettando che la sua musicaCONTINUA

​La cosa più importante non è mai stata la vittoria. Vincere nella vita è come imparare: non si smette mai di imparare, di vincere E di perdere. Ho così tante volte perso che ho compreso il vero valore di una vittoria. Perché la vittoria capita veramente poco troppo poco spesso.CONTINUA

E’ uscita il 29 Aprile “La versione di C.”, l’autobiografia di Cristiano De Andrè, un’autobiografia piacevolissima che sembra quasi mostrare le connotazioni di un romanzo. Il libro presenta, infatti, un’architettura sintattica fluente, in grado di cullarci letteralmente tra ogni sua pagina e di proiettarci all’interno di un mondo che, però,CONTINUA