Vi prego: continuiamo a lottare

Vi premetto (e vi assicuro) che tutto quello che leggerete in questa pagina oggi, potrebbe sconfinare in una retorica viziosa, tale da portarvi nelle solite quisquilie da bar o bacheca Facebook; ma sentivo l’esigenza di esprimermi, seppur nei riguardi di sentieri già battuti. 

Non ho mai creduto alle preghiere, né alla redenzione dello spirito. Ma oggi io vi prego, vi prego dal più profondo del cuore: continuiamo a lottare. Che sia con pretenziose pubblicazioni in riviste d’eccezione, che sia sui social, sui muri dei cessi, negli angoli delle strade. Continuiamo a far girare il pianeta, ad aprirci, a respingere un’ignoranza che è divenuta dilagante. Urge studiare, leggere e documentarsi; andate nelle piazze, incontrate nuova gente, parlate con chi non conoscete. Le armi che abbiamo sono molte, e possiamo rubare un gradino a tutto quel fiume di superficialità che continuamente siamo costretti a guadare.  Read more


  • ©2016 Manifest. Tutti i diritti sono riservati agli autori delle singole opere.
  • Il blog è stato realizzato da Siti Web Torino.