Tu

Sei come chiodo fisso nella profonda ferita e non smette di sanguinare. Ogni tuo sguardo di sfuggita, ogni tuo sorriso di nascosto, ogni nostro scontro apparentemente casuale, mi perfora sempre di più. Più profondo. Più sangue scorre più mi sento viva. E non poter toccare!!! Come un bambino davanti la torta di panna mentre aspetta […] Leggi


Flusso di incoscienza.

Datemi il romanticismo della mia gioventù bruciata. Voglio annegare tra i suoi vizi. Acquistando l’umanità che non mi è mai stata concessa. Colei che mi giudica e che allo stesso tempo mi guarda con desiderio. Voglio abbandonare l’apatia che mi rende estraneo da ogni questione umana. Voglio sentire il sangue circolarmi in corpo e prendere […] Leggi


Ferite impercettibili.

Con il tempo ho imparato a conoscermi, a conoscere le mie ferite e a delineare le mie reazioni nel rispetto dei miei limiti. Non ho mai vissuto male la mia sofferenza, l’ho sempre accettata, mandata giù come il cucchiaio di miele che ti dava la mamma quando da piccolo ti prendevi il mal di gola […] Leggi


  • ©2016 Manifest. Tutti i diritti sono riservati agli autori delle singole opere.
  • Il blog è stato realizzato da Siti Web Torino.