Datemi il romanticismo della mia gioventù bruciata. Voglio annegare tra i suoi vizi. Acquistando l’umanità che non mi è mai stata concessa. Colei che mi giudica e che allo stesso tempo mi guarda con desiderio. Voglio abbandonare l’apatia che mi rende estraneo da ogni questione umana. Voglio sentire il sangueCONTINUA

Con il tempo ho imparato a conoscermi, a conoscere le mie ferite e a delineare le mie reazioni nel rispetto dei miei limiti. Non ho mai vissuto male la mia sofferenza, l’ho sempre accettata, mandata giù come il cucchiaio di miele che ti dava la mamma quando da piccolo tiCONTINUA