La città morente dal nome Lamezia Terme, viva (in apparenza) per poche ore solo nella movida notturna lungo Corso Numistrano, continua a versare lacrime, lacrime che nessuno vuol vedere. Già, perché anche al 30 settembre dopo la chiara ed efficace sentenza del Consiglio di Stato con cui, finalmente, forse troppoCONTINUA

Penultima domenica di Settembre. È mattino, la città riprende i suoi ritmi. Le poche edicole rimaste, lungo Corso Numistrano, sfornano quotidiani con le notizie dell’ultima ora. Argomento al bar, o all’uscita della messa di nuovo piena ovunque, é la politica lametina. Le prossime elezioni comunali. Si attende ancora l’ultima udienzaCONTINUA

A partire dal libro di Mario De Grazia “La notte della città. Storie di ordinaria collusione e di tre scioglimenti”, giovedì 7 febbraio alle 18 all’interno del Chiostro Caffè Letterario l’incontro pubblico a un anno dallo scioglimento del consiglio comunale “Lamezia, quanto resta della notte”?  Con l’autore, Mario De Grazia,CONTINUA

Quello che la piana lametina cerca di raccontare, lo fa attraverso le tracce tangibili e intangibili della sua storia millenaria che scorre tra le fonti antiche e le testimonianze archeologiche, lasciando segni indelebili, non facilmente percepibili, del suo passaggio all’interno di un paesaggio in continuo mutamento. Il passaggio è scanditoCONTINUA