Pace

Esiste qualcosa di più insensato, l’allarme di una sirena di un tempo andato, ramoscello d’ulivo, servizio punitivo. Non devono esistere barriere, non devono esistere trincee, guerre da sempre dannate, pace di terre disperate. Veicolo di pacificazione, carri armati e fanti riposti per sempre solo nell’immaginazione. Buongiorno mondo, Buongiorno pazzia, di un pianeta Terra senza più …

Il Cantico dell’Anno Funesto

Anno Funesto, fa male questo contesto, vite spezzate,  semplici giornate. Non si può essere per sempre,  non si può combattere la sorte, giovani che cadono,  come foglie da un albero in autunno. Le pieghe della vita,  nato e poi già finita,  turpiloquio ancestrale, antropologicamente messo male.  Cosi non va,  all’alba di un nuovo giorno,  speranza …