~ Civita, 31/05/2017

Ninfe dei boschi e dei fiumi, mi deste come non mai il privilegio di cantare voi, nudo per queste gole, e tramite ciò cantare amori sgretolati, saprei che questi amori potrebbero mai morire come queste vostre rocce che l’inferno lo hanno solo nel nome.