“Sensazioni e parole”

  •  
  •  

Sono un debole,

Un debole conoscitore di me stesso.

Perché altri, allora

Si fanno vanto di conoscermi?

Se delle onde contraddittorie

Non si son mai bagnati,

Come fanno solamente a credere

Che accetterò le carezze loro…

Nei silenzi

Freddi rifugi umani

Taci, perché la parola

È morte del desiderio,

Ma riconobbi l’amore

Nelle parole sussurrate

Che lasciarono le mie sensazioni

Vive…

Non scopristi nulla più

Di quanto io ti permisi,

Ma sufficiente fu davvero

Per farmi dire:

Rimani, parliamo ancora…


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.