“Sulla mia pelle” e quei lividi anche sulla nostra

Un pugno nello stomaco, una ferita che lacera e che prosciuga l’anima.  Accade di raro che una pellicola cinematografica riesca a lasciarti dei segni profondi, quasi fisici. Una sofferenza che è impossibile non condividere con il protagonista.