La rabbia e l’Asfalto: tre poesie di Armando Grosso

In occasione di una prossima presentazione presso la Biblioteca Galleggiante del TIP Teatro, pubblichiamo tre poesie di Armando Grosso, giovane poeta di Diamante, classe 1996, dalla sua nuova raccolta “Asfalto“, pubblicata con Phasar (2022). Quello di Grosso è uno stile controcorrente, fuori dagli schemi prefissati di una poetica conformata. La sua è una ricerca di …

“Quando ravvivi nel pensiero i morti…” una poesia di Alexandros Panagulis

Delirio – Alexandros Panagulis Quando ravvivi nel pensiero i morti non scordare che vissero anche loro pieni di sogni e di speranze proprio come i vivi ora Dalla stessa strada che percorri essi passarono e andando non pensavano alla tomba Erano pochi come oggi a meditarla I più credevano loro scopo la vita nè mai …

“Maledetto Baudelaire!” genio e sregolatezza del grande poeta

“Maledetto Baudelaire!” genio e sregolatezza del grande poeta Ognuno sceglie il suo veleno, io tanti anni fa ho conosciuto e scelto di sfogliare quel mazzo di fiori maledetti che mi ha consegnato tutte le sue angosce, tutte le sue miserie, e mi ha costretta a cantare con lui gli abomini, i mostri e le follie …

I Cardi del Baragan – Panait Istrati – Recensioni in pillole

I Cardi del Baragan – Panait Istrati – Recensioni in pillole Letteratura di periferia, per seguire sentieri poco battuti, per ridare alla parola il suo potere creativo e curativo. Dedico questo libro al popolo di Romania, ai suoi undicimila assassinati dal governo rumeno. Crimini perpetrati nel marzo del 1907 e rimasti impuniti. “Ma che certezza …

“The Rose” di Darean ÅM Isman e Antonio Gigliotti

Ritorna la collaborazione tra Andrea Manis (spesso conosciuto sotto lo pseudonimo di Darean ÅM Isman) e Antonio Gigliotti che, dopo “Poesie Ermetiche Vol.III”, presentano “The Rose”. Un nuovo ciclo poetico interamente in lingua inglese, ispirato da una commistione di silenzio profondo e dolore, dalla cui sublimazione si è distillato un liquore particolare, entro cui ognuno …

mare estate

Tutto si spegne.

Non resta che il sole, di queste ore passate ad aspettare. Un’onda che passa tra le crepe del blu. Un ciuffo di verde nascosto fra gli occhi sognanti, una stagione che presto sbiadisce e che non lascia più niente. L’illusione di un segreto scoperto da tutti. Il passato già piange le mani infuocate, le lingue …

Giuditta

Svelta, svelta accorri! seppur ti compiaccia esser richiesta-desiderata e del mio tormento esser causa e ad ogni passo l’indarno abito che vien meno accresce e fa greve l’amor che mi duol in petto e quando giunge a compimento degl’uomini il più misero e inetto mio malgrado mi confesso poiché, come quel che s’ingozza e pel …

La pietà

Oh, giovinetta immortale accorato t’avvinco per le spalle e pel viso   sì smunta e di sordide vesti che ti credetti perduta se non fosse pei tuoi occhi semiaperti   che con flebili sguardi si commuovono nel vedermi mentre a poco a poco si fanno sempre più spenti   e l’estremo anelito che smorza la …