Da poche ore online la notizia che riguarda lo “sciopero della fame e il presidio permanente” in partenza pomeriggio a piazza Mazzini a Lamezia, in solidarietà alla capitana della Sea Watch Carola Rackete. L’idea parte dall’attivista e artista Simona Ponzù Donato ma viene abbracciata dalla Casa del Popolo del LametinoCONTINUA

Siamo ancora un Paese libero in cui si può esprimere senza condizionamenti la propria idea, anche in maniera provocatoria, per suscitare un dibattito che faccia riflettere tutti? Si può insegnare la storia senza necessariamente compararla con l’attualità, anche politica? Chi dice che in una scuola non si possa mettere inCONTINUA

Il dibattito degli ultimi giorni circa la possibilità di Matteo Salvini di partecipare al Salone del libro di Torino subito smentita da Nicola Lagioia, direttore del Salone, si rivela utile e necessario per riflettere.  Un momento storico, quello attuale, che pare essersi totalmente dimenticato dei 70 anni di Costituzione italiana,CONTINUA

Questa lunga estate strana, dal tempo incerto, accompagnata dalla monotonia di certe feste, certi luoghi, certi atteggiamenti, dai vari cliché, è stata scossa da una lettura sì breve, ma estremamente affascinante, dirompente, rivoluzionaria Sto parlando di La Ribelle – di Eugenja Jarolslavskaja-Markon, pubblicata da Guanda a giugno 2018. L’autobiografia venneCONTINUA

Pubblichiamo la nota di Potere al Popolo del Reventino e del Lametino Sono passati quarant’anni dall’assassinio mafioso di Peppino Impastato, poeta, giornalista, attivista comunista. Troppo scomode le sue denunce, troppo forte il suo grido di ribellione! Volevano eliminare il simbolo, la voglia di cambiamento, l’esempio della rottura, l’idea dell’impegno politicoCONTINUA

L’insoddisfazione può essere negativa. Può influenzare il nostro stato d’animo. Anche se ci diamo tanto da fare, a volte penseremo ” non è ancora abbastanza”. Si potrebbe fare di più, si poteva. Eppure hai dato il massimo. Cosa succede? Sai di essere capace di fare tutte le cose che haiCONTINUA