“C’eri già, ancor prima di trovarti”

C’eri già, c’eri già, prima ancor di trovarti, c’eri tu, i tuoi occhi, il cielo che sapevo mi avresti regalato. C’eri, dietro i miei sogni, quelli di ogni giorno, dietro al batticuore, dietro il filo sottile, invisibile del destino, c’eri nel tempo, nello spazio, nella mia ricerca ostinata e contraria. C’eri già, da molto tempo …

Quando le domande smettono di essere

Dove sono finiti i giorni nuovi e belli? Qua, in questa desolata terra, il sole riprende il suo antico amore, ma oggi il mio cuore è stanco. Ho fatto un sogno stanotte. Osservavo da lontano una immagine fissa… c’era un vento leggero e non distinguevo il giorno dalla notte, solo sentimento, sentimento, e nevrosi. Oggi …

L’emozione del silenzio, appunti sparsi a fine inverno

Sono le 16,04 sono stesa sul letto e guardo il sole di riflesso alle finestre del palazzo di fronte. È quasi metà di febbraio, e prego che questo inverno mi si allontani presto. Cerco un silenzio, lo cerco fino in fondo, mentre elimino, faccio pulizia, di tutte le cose banali degli ultimi tempi. Lo trovo. …

Venti (passi) in tempesta

[font id=”pacifico”]Venti gradini.[/font] Non li ho mai contati. Eppure sono venti. Sono venti i gradini che portano quel paio di scarpe nella mia stanza; due letti, due scrivanie. Dormo con mio fratello. Due letti e due scrivanie di egual misura, quattro librerie: due per ognuno. Due armadi, molti poster e tanti dipinti versati sui muri.