Non toccavo libri da un po’. Un giorno, prima di andare al mare, dato che lì mi piace leggere forse più che in altri posti, cerco letture “marinare”, e quindi nella libreria casalinga vedo “Tra Due Mari”. Senza neanche pensarci troppo lo prendo e andiamo al mare. E mentre, comeCONTINUA

Sapete amici, ultimamente mi sto accorgendo di quanto, troppo spesso, nella nostra vita ci tratteniamo, viviamo la vita con troppi problemi, paranoie, complessi…Qualcuno ci dice praticamente di non poter essere liberi. liberi di essere noi stessi, quale delitto! Perché stiamo con sto freno a mano, signore e signori? Non sarebbeCONTINUA

Mi sto imbattendo spesso, in discussioni con amici, specie uno in particolare, che fa discorsi, fin troppo superficiali, sulle questioni politiche. La cosa che mi “scandalizza” maggiormente, è il fatto che da parte di persone adulte, come noi, ormai il voto ha un peso molto più grande di quando eravamoCONTINUA

Salve, dal vostro Paolone. Oggi vi parlerò di un film visto su Netflix, ormai due settimane fa circa. Mi è venuta voglia di farci una recensione solo ora, però. Credo che ormai la maggior parte degli esseri umani abbia Netflix, quindi non credo di dover spiegare cosa sia. Il filmCONTINUA

Eccomi, alla soglia di un’età fatidica, i 30 anni. Penso spesso agli altri di questa mia generazione. quanto siamo diversi e simili allo stesso tempo. Ancora quanto siamo bambini e adolescenti, e quanto troppo adulti. A volte posso pensare “quando cresco”?  E altre la voglia di non farlo mai. QuestaCONTINUA

Ciao a tutti, un salutone del vostro Paolone. Oggi vi parlerò dell’invidia, di quella cosa che si crede che sia il vettore di molte cose nella vita, specialmente quelle negative. Siamo tutti invidiosi, chi più chi meno. Ognuno desidera ciò che altri hanno, personalmente ho cercato il più possibile aCONTINUA

Questa frase è spesso detta da molti, anche se non proprio “re”, però spesso si promette, ci si promette, di tornare ad essere in un modo speciale, un modo particolare, il modo che appunto, ci ha fatto sentire “re”. Lo dite appunto a chi era accanto a voi nel momentoCONTINUA

Salve a tutti. Oggi, come anche detto in miei precedente articoli, voglio parlare sempre del tema “pregiudizio”, però in un differente contesto. Le vittime del pregiudizio, di solito, sono considerate le categorie più deboli o comunque minoranze. Si accoglie l’idea che tali categorie possano essere sempre le stesse, ma comeCONTINUA