Nasce “Comitato Regionale vota SI per fermare le trivelle”

Oggi pomeriggio, venerdi 4 marzo 2016, alle ore 17:30  presso il Parco Peppino Impastato di Lamezia Terme nascerà il “Comitato Regionale vota SI per fermare le trivelle”.

Lungo la strada che condurrà al 17 aprile 2016 a votare SI al referendum per fermare le trivellazioni in mare, abrogando la norma che non riconosce alcuna scadenza ai titoli di ricerca e di estrazione degli idrocarburi concessi entro le 12 miglia, i movimenti No Triv calabresi invitano tutti i cittadini liberi, i movimenti impegnati nella tutela ambientale e politica del territorio e gli organi di stampa all’Assemblea Regionale che avrà luogo venerdì, 4 marzo 2016, alle 17 e 30, presso il Parco Peppino Impastato di Lamezia Terme. All’adunanza saranno presenti il costituzionalista Enzo di Salvatore, estensore dei quesiti referendari e co-fondatore del Coordinamento Nazionale No Triv, e i parlamentari calabresi Paolo Parentela e Celeste Costantino. È necessario che tutti i comitati attivi in Calabria si uniscano ai movimenti che già sostengono la campagna referendaria e che si riportano qui di seguito:

Assemblea Permanente Prima le Persone
Associazione Lo Strummolo
Mediterraneo No Triv
Coordinamento No Triv dei Due Mari – Catanzaro, Lamezia e Provincia
Rete delle Associazioni di Sibaritide e Pollino per l’Autotutela (R.A.S.P.A.)
Tavolo Tecnico di Tutela Ambientale della Piana di Gioia Tauro
Unione Mediterranea Calabria

La partecipazione di tutti è fondamentale per creare un fronte referendario affidabile ed è resa ancor più necessaria dai continui attacchi scagliati dal governo centrale ai mari e alle coste del Sud, oggetto ripetuto delle attenzioni speculative di diverse multinazionali degli idrocarburi.
Il Comitato Regionale Vota Sì per fermare le trivelle lancerà agli amministratori calabresi − da troppo tempo ambigui rispetto al tema delle trivellazioni e riluttanti a lanciare la campagna per un referendum sostenuto inizialmente e poi, di fatto, abbandonato a se stesso − l’ennesima esortazione alla civiltà.
Contro l’indifferentismo e lo scoramento di una Regione vessata dalle inammissibili risoluzioni governative, l’incontro del 4 marzo 2016 può rappresentare per la Calabria un’occasione sicura di resistenza. Una delle ultime.

Oggi saremo anche noi al Parco Peppino Impastato. Non facciamo in modo che si dica: ah, non ne sapevamo niente! È arrivato il momento di responsabilizzarci da liberi cittadini e smetterla di lamentarci.

1510765_1665263510421689_6781220859131022185_n

Valeria D'Agostino è giornalista pubblicista, curiosa del bello, amante della natura e della poesia. Ha contribuito a realizzare il Tip Teatro di Lamezia Terme, già ufficio stampa di Scenari Visibili, blogger sin dagli esordi di Manifest Blog. Ha lavorato per Il Lametino, attualmente corrispondente esterna della Gazzetta del Sud. Nell'ambito della scrittura giornalistica ha prediletto un interesse particolare per le tematiche sociali, quali in primis la sanità e l'ambiente, culturali, e artistiche. Si divide fra Lamezia Terme e Longobardi, costa tirrenica cosentina dove si occupa di turismo e agricoltura biologica. "Un buon modo per dare concretezza al concetto di fuga".

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.