“Conforme alla gloria” Paolin in Calabria 26,27,28 Aprile

Segnaliamo in agenda importante triplo appuntamento in Calabria con l’autore Demetrio Paolin:

La casa editrice Voland segnala tre date per la presentazione del libro “Conforme alla gloria” di Demetrio Paolin, pubblicato lo scorso Marzo e attualmente candidato al “Premio Strega 2016”. Un romanzo sorprendente, dallo stile intenso e nitido, che è anche una riflessioni sul rapporto tra vittima e carnefice, su quale sia il confine tra umano e disumano.

Amburgo, 1985. Rudolf Wollmer fa il sindacalista, ha una moglie, un figlio adolescente e l’incubo di un padre scomodo, una ex SS che morendo gli ha lasciato in eredità la casa di famiglia. Deciso a sbarazzarsene subito, ritrova, tra gli oggetti del vecchio, un quadro intitolato La gloria. L’immagine è minacciosa ma nasconde un segreto ancora più terrificante. Nel tempo, la vicenda di Rudolf e del quadro si intreccia con quella di Enea Fergnani ‒ ex prigioniero a Mauthausen sfuggito allo sterminio del lager grazie alla sua abilità artistica e proprietario di un negozio di tatuaggi a Torino ‒ e della giovane modella Ana…

Pubblichiamo di seguito un estratto dal libro

Nel silenzio irreale della baracca dove un tempo ci furono i deportati, Enea finisce la sua sigaretta davanti ad Ana. Nel momento in cui il mozzicone cade, Ana lascia la stanza. La Riseria è vuota, Enea riesce a sentire il rumore dei passi della ragazza che si allontana. La tensione trattenuta fino a quel punto esplode e scoppia in lacrime. È il pianto di chi si è liberato. Non può più fare niente per Ana, ormai è fuori dal suo controllo. È accaduto che lei sia divenuta una cosa, che la sua anima sia svaporata nel fumo che lui ha trattenuto in sé. Il soffio vitale di Ana è in Enea. Enea, dopo tanto tempo, è tornato a fare male. In questo vuoto desolato, Enea è solo e stanco, chiude gli occhi e nel buio arriva l’immagine di lei, della ragazza di allora, della muta per sempre, di colei che non ha nome. Enea la chiama; per la prima volta non è più cosa o oggetto, ma un essere umano. La battezza con un nome, e poco importa che non sia il suo.

 26 aprile:
– Lamezia Terme h.11 “Conforme alla gloria” | Istituto tecnico economico De Fazio | dialogano con l’autore  Ippolita Luzzo e Daniela Grandinetti.
– Lamezia Terme h.17 “Conforme alla gloria” | libreria Sagio Libri | dialogano con l’autore Ippolita Luzzo e Danila Grandinetti.
27 aprile:
– Cosenza h.18 “Conforme alla gloria” |libreria La Feltrinelli Cosenza | dialoga con l’autore Vito Teti.
28 aprile:
– Chiaravalle Centrale h.18 “Conforme alla gloria” | libreria Parole di carta |dialoga con l’autore Maria Parafati.

10399973_10154039468438468_1505715583074427358_n

 

 

 

 

Valeria D'Agostino

Nata e cresciuta a Lamezia Terme, ha 29 anni, i suoi studi sono giuridici ma attualmente è la letteratura ad essere al centro di ogni cosa. Componente del blog collettivo Manifest. Corrispondente per un giornale locale, collabora con alcune riviste nazionali online. È vicepresidente di Scenari Visibili, associazione culturale teatrale, fa parte del direttivo TIP Teatro. Appassionata di poesia, antropologia, luoghi e paesaggio.

Leave a comment

  • ©2016 Manifest. Tutti i diritti sono riservati agli autori delle singole opere.
  • Il blog è stato realizzato da Siti Web Torino.