•  
  •  

Penso sempre all’importanza delle parole. Oggi abbiamo la possibilità di usarle liberamente, e questo comporta privilegi, ma anche rischi.
Siamo liberi di dire tutto.. ma anche il contrario di tutto.
Non amo molto lo spreco di parole, forse perchè in anni passati c’è chi con me ha sprecato parole, che fossero di amore o amicizia. Le parole danno un senso di potenza, di rassicurazione, di fiducia, e vanno maneggiate ben bene.
Con esse dobbiamo comportarci come giardinieri premurosi, e mai come novelli Frankenstein. Lo spreco e il cattivo uso possono segnare. Ferire. Bruciare.

Da quei giorni sto molto attento alle parole che dico agli altri, e a quelle che mi vengono rivolte.
So bene che conta sempre chi le pronuncia quelle parole. Non tutti sanno maneggiarle.

Alcuni le sprecano per distrazione. Altri si divertono a giocare con i sentimenti. E ci sono quelli che si amano così tanto che sono innamorati solo della propria voce e delle proprie parole, come eterni Narcisi specchiantisi su un immortale lago.
Oggi so a chi dare le mie parole.
Ed è come dire che so a chi dare il mio cuore, la mia attenzione, la mia voglia di fare.
Questo è il significato della fiducia.
Scegliere i giardinieri, e lasciar stare gli alchimisti.

Di Pierluigi Cuccitto

Di Pesaro. Ho trentaquattro anni, vivo e scrivo da precario in un mondo totalmente precario, alla ricerca di una casa dell’anima – che credo di aver trovato – e scrivo soprattutto di fantasy e avventura. Ho sempre l’animo da Don Chisciotte e lo conserverò sempre!

Un pensiero su “Non sprecare le parole. Mai”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.