Buon Natale, “U fhacimu ppe nu dovera de u cora”

Ngiru c’è nu saccu e ciangicucini,
china si langura e na parta e china e l’atra,
china fa a hila de u parrucchiera,
china ancora puzza e pisci e de furnira e frijira nenta,
c’è puru chilla ca pensa ssulu a centrini e merletti e a tuvaglia abbinata cu i stajamussa,
un c’è pacia, oja,
è na guerra continua.

Puru ppe ssu Natala,
nua, cunpuszi,
namu mintutu a fara grispelli,
un tantu ppemmu mi mangiamu,
ca oja u stomacu è rivotatu,
un dà gula,
l’amu fatti ppe nu dovera,
nu dovera ppe u cora, accussi,
mentra scilamu e frijimu ciangimu,
e pua gridamu,
e ni lotaniamu a capu,
pensando de unira,
ancora natra vota,
u cielu e a terra,
no ppe mossi,
no ppe fara piacira,
ppe unira,
cumu sulu tu ssapivi fhara,
ppe unira,
ppe chilli coszi ca un si ponu dira,
ca i paroli,
mamma mia,
un bastanu cchiu,
ppe ti dira grazzia,
sulu ppe ti dira grazzia.

 

V. D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.