Descrizione di un momento.

 

Concerto jazz al museo.
Sulle note di ‘Back home again in Indiana’,
un signore sulla cinquantina,
scorrendo con il dito nella home page,
chiama la moglie attenta.
Lei, nel suo movimento leggero e disinvolto,
indossa gli occhiali da vista
per guardare ciò che il marito ha da mostrarle:
il post.
La musica finisce.
Gli applausi.
E parte: ‘Baby won’t you please come home’
di Charles Warfield e Clarence William, 1919.

Laura Lorà.

Laura Curcio

Viaggiare dentro me e nel mondo. Scoprire, imparare. Ogni mia riflessione e ogni mio stato d’animo fa riferimento a tutto ciò che di natura mi circonda: mare, monti, stagioni e i loro colori. L’alba dove tutto inizia e il tramonto dove tutto finisce. Credo nella legge dell’attrazione, perciò don’t worry, be happy!

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.