notte

Come fa la Notte a prender sonno?

Come fa la Notte a prender sonno, a chiudere gli occhi, dietro le stelle, sopra un quarto di luna? Come fa la Notte a prender sonno, senza occhi che l’accompagnano, senza i sospiri di chi l’attende, senza un saluto all’alba, un arrivederci a domani?

Lotta tra la vita e la morte, tra etichette e rassegnazione

  Quando arrivi verso la fine qualcuno inizia a chiamarti “malato terminale”. Accade, come di consuetudine, a seguito di una malattia avanzata. Dal punto di vista clinico, o quello familiare, per tutti o quasi tutti sei “quasi arrivato”. Poco importa capire cosa realmente s’intende. L’importante è aggiungerti a una categoria. Tutto, da quel momento, diventa …

Mi piacciono i volti.

Mi piacciono i volti.

Mi piacciono i volti, quelli di cui puoi tracciarne il profilo con un dito, milioni di punti giù fino al mento, le labbra. Mi piacciono i volti, quelli in cui si incastrano gli occhi, finestre su un mito nascosto, un viaggio in treno, su di un’altalena, su un tetto che spiove.

Temporale

Come un temporale che ritorna.

Bevo un altro sorso di rugiada, uno po’ di bicarbonato e limonata. Fuori un lampo spalanca il cielo, squarcia il buio rumoroso e un soffio di vento si insinua tra i capelli. I miei, quelli un po’ indefiniti, in tinta con i miei pensieri.

Venti (passi) in tempesta

[font id=”pacifico”]Venti gradini.[/font] Non li ho mai contati. Eppure sono venti. Sono venti i gradini che portano quel paio di scarpe nella mia stanza; due letti, due scrivanie. Dormo con mio fratello. Due letti e due scrivanie di egual misura, quattro librerie: due per ognuno. Due armadi, molti poster e tanti dipinti versati sui muri.