Quando a scuola si parla di Famiglia.

Le unioni civili, pensiamo, riguardano la comunità LGBT. Invece è un argomento che ci riguarda tutti, eccome. Non soltanto per una questione civile, o morale, o religiosa, o tradizionalistica, ma anche perché riguarda la società, l’intera comunità, la Nazione italiana, lo Stato. E’ di questo che oggi, 27 febbraio 2016, si è discusso durante l’assemblea d’Istituto del Liceo Classico “Fiorentino” di Lamezia. “I giovani sono il futuro”, ma i giovani stanno crescendo e si interessano sempre di più di ciò che li riguarda più da lontano, o più da vicino. L’assemblea è stata aperta, come di consueto, dai saluti dei rappresentanti d’Istituto ai quali ha fatto seguito il personale messaggio di Marilena Grassadonia, presidente nazionale di Famiglie Arcobaleno, la quale ha salutato i ragazzi ringraziandoli per la loro sensibilità nei confronti di un così delicato argomento e raccomandando loro di credere nei loro sogni. Nel corso dell’assemblea hanno preso parola i rappresentanti delle varie classi e sono intervenuti i ragazzi che hanno più a cuore l’argomento. Ci sono state opinioni contrastanti, si è parlato della DDL Cirinnà, delle unioni civili tra persone dello stesso sesso, della fantomatica “teoria gender”, di idee, di modelli, di utero in affitto (che continua a rimanere illegale nel nostro Paese), ma soprattutto di famiglie. La famiglia è stato il tema centrale, la famiglia cos’è, com’è o come dovrebbe essere, o come è già e come dovrebbe essere regolarizzata. E’ così che i giovani crescono e si inseriscono nella società, non solo con cellulari e disinteresse, ma con idee e partecipazione.

Arianna T. Anello

Parlo tanto, ma mi piace ascoltare la musica e le opinioni altrui. Sono una studentessa di Liceo Classico, adoro studiare il passato e osservare le stelle, vecchi filmini di famiglia di milioni di anni fa. Amo i viaggi in treno, la musica nelle cuffiette, il sole, le notti stellate, le persone, la mia terra e il teatro.

Leave a comment

  • ©2016 Manifest. Tutti i diritti sono riservati agli autori delle singole opere.
  • Il blog è stato realizzato da Siti Web Torino.